La paralisi del sonno: condizione medica o esperienza spirituale?
La paralisi del sonno condizione medica o esperienza spirituale

Sono milioni le persone che hanno sperimentato la paralisi del sonno e sanno quanto può essere spaventosa.

Per coloro i quali non l’avessero mai sperimentata, basta immaginare un terribile incubo realistico e nel quale si è paralizzati, è impossibile muoversi e ci si trova quindi indifesi.

A questo punto immaginatevi di svegliarvi e scoprire che realmente non riuscite a muovermi, siete fermi nel letto, immobili e non riuscite neanche a gridare, questa è la paralisi del sonno.

In passato era conosciuta come “Sindrome di Old Hag” perché una volta si credeva che quando la sperimentavi, il tuo corpo era in realtà trattenuto dalla presenza di una strega o di uno spirito malvagio.

La comunità scientifica invece chiama questa condizione medica “paralisi del sonno“, ma alcune persone non credono che sia solo ed esclusivamente una condizione medica ma che bensì ci siano altre forze in gioco.

Paralisi del sonno come condizione medica

Gli scienziati descrivono la paralisi del sonno come una paralisi temporanea provocata dall’atonia muscolare (debolezza). Nelle fasi di transizione tra l’essere addormentati e il fatto di essere svegli, la tua mente si sveglia essenzialmente più velocemente del tuo corpo.

Spesso è legato ad allucinazioni o visioni di spiriti o intrusi invisibili nella stanza che ti tengono giù. La convinzione è che la paralisi stimoli l’immaginazione in uno stato di metà tra sonno e sveglia e causi così il panico.

Paralisi del sonno come esperienza spiriturale

Mentre gli uomini di scienza hanno la loro spiegazione, gli uomini di fede offrono un’alternativa. Sono tantissime le persone che credono che la paralisi del sonno sia in effetti qualcosa provocata dall’incontro con qualche tipo di entità.

Questa entità è vista come una specie di forza malevola. Alcuni diranno che è lo spirito delle streghe cattive, altri danno la colpa ai demoni o alle persone “ombra“. Nessuno è veramente sicuro di cosa sia questa entità o cosa voglia, ma è generalmente descritta come una figura oscura.

Se questa è una normale esperienza umana, non dovrebbe sorprendere nessuno che la paralisi del sonno sia un evento universale, le persone la hanno vissuta attraverso i secoli, in tutto il mondo. Ciò che è interessante è che in ogni cultura, è stata associata a uno spirito terrificante o malevolo.

Questo accordo è così interessante perché è così insolito; raramente è il genere umano è d’accordo in modo così universale su qualcosa. Alcune persone credono che la magia sia buona, altri credono che sia malvagia. Alcuni vedono gli spiriti come qualcosa da onorare, altri li vedono come qualcosa da temere. Raramente gli esseri umani in tutto il mondo attraverso la storia interpretano un’esperienza allo stesso modo.

Una spiegazione esclude l’altra?

A questo punto le persone si chiedono qual è la spiegazione attendibile? Soprattutto una esclude l’altra? Perché non possono essere entrambe?

Non c’è motivo di negare fatti e scoperte scientifiche e dunque possiamo accettare la spiegazione dell’atonia muscolare per la nostra incapacità di muoversi quando interviene la paralisi del sonno. Ma solo perché non c’è evidenza fisica e misurabile di cause soprannaturali non significa che non esiste Come dice la frase, l’assenza di prove non è prova di assenza.

Certo le esperienze spirituali sono più difficili da dimostrare con i mezzi che abbiamo a nostra disposizione ora, e questo potrebbe cambiare un giorno in cui gli scienziati potranno avere una visione più aperta.

Forse ci sono entità negative o maligne che realmente causano condizioni come la paralisi del sonno, solo quando inizieremo ad accettare tale possibilità, inizieremo veramente a trovare le risposte a questi problemi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Aumenta il terrore del glutine, ma davvero i celiaci sono così tanti?

Il terrore del glutine aumenta, ma esistono davvero così tanti celiaci? Probabilmente…

Cellulite è una vera e propria malattia

La stragrande maggioranza delle donne del mondo si ritrova, prima o poi,…