La scienza prevede quando ci sarà la prossima pandemia

Redazione

Scienziati degli Stati Uniti hanno analizzato le statistiche dei grandi focolai di malattie virali in tutto il mondo negli ultimi 400 anni e sono giunti alla conclusione che eventi come la pandemia di COVID-19 potrebbero non essere così rari come pensiamo. Una tale pandemia è statisticamente probabile nei prossimi 59 anni, ed è probabile che si verifichi una pandemia delle dimensioni dell’influenza spagnola entro 400 anni. L’articolo è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

La scienza prevede quando ci sara la prossima pandemia
foto@Flickr

Gli scienziati della Duke University hanno esaminato i dati sui grandi focolai di malattie virali negli ultimi 400 anni per stimare la frequenza di questi eventi e la probabilità della loro ricorrenza. Hanno concluso che la probabilità di una pandemia come il COVID-19 è di circa il 2% annuo. Quindi, per una persona nata nel 2000, ormai è circa il 38%, e continua a crescere nel tempo.

La conclusione più importante del nostro lavoro è che le principali pandemie come il COVID-19 o l’influenza spagnola sono in realtà molto probabili“, ha affermato il coautore dello studio William Peng. “Capire che le pandemie non sono così rare dovrebbe dare priorità ai futuri sforzi di prevenzione e controllo“.

Gli scienziati hanno utilizzato nuovi metodi statistici per stimare la portata e la frequenza delle epidemie di malattie, tra cui peste, vaiolo, colera, tifo e nuovi virus dell’influenza. I ricercatori hanno trovato differenze significative nel tasso di insorgenza di pandemie in passato e ora e hanno identificato modelli che hanno permesso di descrivere la probabilità di una ricorrenza di eventi di entità simile.

La pandemia più mortale della storia moderna è stata causata dall’influenza spagnola. La malattia causò la morte di oltre 30 milioni di persone tra il 1918 e il 1920. A quel tempo, la probabilità di questo evento era dello 0,3-1,9% all’anno. Quindi, una pandemia di questa portata, da un punto di vista statistico, potrebbe verificarsi entro 400 anni. Tuttavia, le prove suggeriscono che il rischio di epidemie sta crescendo rapidamente ed è probabile che triplichi nei prossimi decenni. La crescita della popolazione, i cambiamenti nei sistemi alimentari, il degrado ambientale e il contatto più frequente tra esseri umani e vettori animali possono contribuire a epidemie più frequenti.

Gli scienziati ritengono che una pandemia della stessa portata del COVID-19 sia probabile entro 59 anni e una pandemia in grado di distruggere l’intera umanità entro 12.000 anni. Allo stesso tempo, non si possono contare su ritardi dovuti a pandemie come COVID-19 e influenza spagnola, poiché questi eventi sono ugualmente probabili in qualsiasi anno durante i periodi indicati.

Next Post

Turchia: Muore la star di TikTok mentre fa video in diretta

Si chiamava Kubra Dogan, ed era una star del social TikTok in Turchia, la ragazza è caduta da un tetto facendo un volo di 30 metri dopo aver tentato di registrare uno dei suoi video di un tramonto di Istambul. Kubra Dogan pubblicava tantissimi filmati sulla piattaforma social ogni giorno. […]
Muore la star di TikTok mentre fa video in diretta