L’alcol migliora la memoria? Una ricerca dice che è proprio così

Eleonora Gitto

L’alcol migliora la memoria? Una ricerca dice che è proprio così.

C’è una sfilza incredibile di controindicazioni sull’alcol, ma c’è anche qualche argomentazione a favore. Il problema è che non vorremmo che le argomentazioni favorevoli, peraltro poche, fossero prese a pretesto per giustificare una pratica che, protratta nel tempo, comunque sovente dà dei problemi anche molto gravi di salute.

Insomma, dire che bere fa bene alla memoria, non può essere una scusa. Eppure alcuni ricercatori sembra abbiano appurato che bere un paio di drink o più dopo aver imparato qualcosa, è utile per fissare l’informazione o le informazioni nella memoria.

Si tratta di una ricerca effettuati dagli studiosi dell’Università di Exeter, in Inghilterra. Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Scientific Reports.

Il risultato parrebbe essere clamoroso: più si beve alcol e migliore sarà la memoria il giorno successivo. La prima cosa che viete in mente è che, dopo un abbondante ripasso il giorno prima degli esami, bisogna dedicarsi a una altrettanto abbondante bevuta. Il tutto ci consentirebbe una forma mnemonica smagliante, sempre che la mattina dopo riusciamo a svegliarci, naturalmente.

Celia Morgan, coordinatrice della ricerca, dice: “La spiegazione principale è che l’alcol impedisce l’apprendimento di nuove informazioni, e quindi il cervello dispone di più risorse per fissare altre informazioni recentemente apprese nella memoria a lungo termine. L’ipotesi è che l’ippocampo, l’area del cervello fondamentale per la memoria, consolida le informazioni, trasferendole dalla memoria a breve alla memoria a lungo termine”.

“La nostra ricerca, prosegue Morgan, non solo ha mostrato che coloro che hanno bevuto l’alcol hanno ricordato meglio, ma che questo effetto è stato più forte tra coloro che hanno bevuto di più. Lo studio è stato condotto su 88 persone con età compresa fra i 18 e i 53 anni. In una prima fase tutti hanno bevuto moderatamente; in una seconda fase, una parte dei volontari ha continuato a bere”.

Ebbene si è costatato con una certa chiarezza che coloro che hanno assunto più alcol, la mattina successiva riuscivano a ricordare molto più facilmente alcune parole che era stato detto loro di tenere a mente. L’alcol avrebbe quindi il compito di far fissare meglio le informazioni nella memoria a lungo termine.

A esperimento chiuso i ricercatori, si sono comunque affrettati a precisare che le risultanze dello studio, quantunque positive in questo senso, non devono assolutamente portare la gente a sottovalutare invece i molti e negativi effetti dell’assunzione di alcol, specialmente in grandi quantità.

Next Post

Christopher Nolan, inizia il conto alla rovescia per l’arrivo di Dunkirk

Anche se nel nostro paese se ne è parlato pochissimo, sta attirando molta attenzione  a livello internazionale Dunkirk, il nuovo film di Christopher Nolan. Patria del cinema d’autore, non è che l’Italia abbia perso interesse per il buon cinema, ma sembra che ai giornalisti sia stato imposto un “embargo”: a […]