Lanciare bombe atomiche su Marte per riscaldare l’atmosfera

Redazione

Il pianeta rosso potrebbe essere realmente il prossimo obiettivo dell’uomo, grazie anche alle idee del miliardario Elon Musk.

Lanciare bombe atomiche su Marte per riscaldare atmosfera
foto@depositphotos.com

Mancano solo due anni al lancio previsto di SpaceX su Marte. E sembra che Elon Musk abbia dei piani ben precisi.

Il Dr. Robert Zubrin è il Fondatore e Presidente della Mars Society. Dice che ci sono tre ragioni per cui Marte dovrebbe essere l’obiettivo di qualsiasi programma spaziale.

In breve, è perché Marte è dove si trova la scienza. È qui che si trovano le sfide, ed è lì che si trova il futuro. Tra cinquecento anni, la gente non ricorderà quale fazione è uscita vincitrice in Iraq o in Siria. Ricorderanno cosa abbiamo fatto per rendere possibile la loro civiltà. Questa è la cosa più importante che potremmo fare in questo momento. Se hai il potere di fare qualcosa di grande, importante e meraviglioso, allora dovresti”.

Per anni, gli scienziati hanno cercato di capire come sostenere la vita su Marte. Hanno anche studiato come coltivare su Marte. L’agricoltura è una necessità, visto che probabilmente sarà un viaggio di sola andata.

L’agricoltura è uno dei tanti aspetti dell’abitare su Marte.

Elon Musk e il suo progetto Marte

Elon Musk ha reso noto il suo interesse per la creazione di una colonia su Marte. Musk parla spesso di come sarà la futura colonia su Marte.

Musk ha anche accennato all’idea di lanciare armi nucleari sui poli di Marte. La teoria è che aiuterà a riscaldare il pianeta rosso, rendendolo ospitale per la vita umana. La CO 2 intrappolata all’interno delle calotte polari del pianeta rosso verrà dispersa, producendo un effetto serra.

Ha spesso esternato le sue idee sui social soprattutto evidenziando un concetto basilare, cioè quello di colonizzare Marte prima della terza guerra mondiale.

A tal fine, SpaceX ha investito miliardi di dollari non solo per raggiungere Marte, ma anche per farlo in modo sostenibile ed economico. E questo non è un sogno irrealizzabile. SpaceX prevede che ciò avvenga nel 2024, a soli due anni di distanza.

Attualmente, gli scienziati di SpaceX stanno cercando di capire come rifornirsi utilizzando solo le risorse naturali del pianeta rosso.

Su Marte, ci sarà bisogno di scavare tunnel che saranno necessari per proteggere i futuri coloni umani dai bombardamenti delle radiazioni ionizzanti.

I primi insediamenti dovranno probabilmente essere situati in profonde grotte artificiali sotterranee.

Successivamente gli Starlink, i famosi satelliti per le telecomunicazioni di Musk, forniranno collegamenti di comunicazione vitali tra i coloni sul Pianeta Rosso e la Terra.

Next Post

Il tweet criptico di Elon Musk fa scatenare il web

Ancora una volta il miliardario Elon Musk ha destato l’interesse dei social con una citazione criptica dal suo account ufficiale Twitter. Musk, che è l’uomo più ricco del mondo con una fortuna stimata di oltre 200 miliardi di euro, ha preso l’abitudine di twittare una sorta di citazioni e messaggi […]
Il tweet criptico di Elon Musk fa scatenare il web