L’Apple Watch delude le aspettative dei Millenials

I gioiellini tecnologici sono sempre più spesso ideati e costruiti per far colpo sulle fasce di utenza più giovani: si sa infatti che giovani e giovanissimi sono più reattivi, esigenti, aperti alle novità e alle sperimentazione.

E nel progetto di Cupertino sicuramente l’Apple Watch è stato pensato per piacere anche e soprattutto ai giovani, disposti a spendere una cifra non da poco per accaparrarsi l’agognato orologio intelligente.

Ma evidentemente Apple ha fatto male i suoi conti, dato che, stando ai risultati di un’indagine condotta dall’azienda MBLM, i cui dati sono stati diffusi dall’emittente NBC News, l’Apple Watch proprio non piace ai cosiddetti Millenials, cioè i giovani nati tra gli anni ’80 e il 2000, che li snobbano rispetto a fasce di pubblico più in là con gli anni.

Le ultime stime parlano 2.8 milioni di esemplari venduti in due mesi dalla prima disponibilità, ma tra questi non troppi sono finiti in mano ai giovani. E tra quelli che li hanno acquistati, le opinioni non sono certo magnanime: coloro che hanno acquistato Apple Watch asseriscono tra le altre cose di provare imbarazzo e frustrazione di fronte alle aspettative deluse e alla cifra messa in campo per aggiudicarsi qualcosa che viene ancora percepito alla stregua di uno status symbol, privo di reali applicazioni pratiche o quasi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Auto, la svolta: arriva CDPD il certificato di proprietà digitale

Arriva il CDPD, ossia il certificato di proprietà digitale attraverso il quale…

Facebook, in arrivo il tasto “non mi piace”

Da tempo ormai sul social network più famoso al mondo manca un…