Laura Mesi, a 40 anni è la prima sposa single

Sembra un ossimoro inserire nella stessa frase “sposa” e “single”, eppure, in Italia, accede anche questo, e ci ritroviamo quindi a raccontare del primo matrimonio, per di più in pompa magna, di una sposa che però non ha ancora trovato la sua anima gemella.

Istruttrice di fitness a Lissone, in Brianza , 40 anni, Laura Mesi è la prima sposa single in Italia: ha infatti deciso di convolare a nozze con se stessa.

L’abito bianco, le damigelle d’onore, un celebrante con la fascia tricolore al collo, un bouquet di fiori profumati, poi la festa in un ristorante e la luna di miele a Mars Alam: non si è fatta mancare nessuno degli ingredienti di un tipico matrimonio, sposo a parte.

Laura, anni prima, aveva giurato a se stessa che sarebbe convolata a giuste nozze entro i 40 anni, così, allo scoccare del quarto decennio d’età, ha deciso di mantenere la promessa e ha voluto organizzare un matrimonio in piena regola, sposando se stessa in attesa di un uomo degno del suo amore.

“Nessuno, me per prima, ha sentito la mancanza di uno sposo” scrive la sposa single su Facebook, dove ha pubblicato le foto dei momenti più belli del suo matrimonio senza sposo.

“Mi sono detta: perché rinunciare al giorno più bello della vita di una donna?” racconta Laura che da sola ha pensato a tutto, dalle partecipazioni alle bomboniere scegliendo di essere non solo protagonista del suo matrimonio single ma anche regista e scenografa, stupendo i suoi ospiti con performance di ballo e canto.

“Il ricordo più bello che ho di quel giorno è l’emozione che ho letto negli occhi di tutti, anche dei maschietti presenti e lo rifarei altre mille volte: anche se credo nell’amore penso che la cosa più importante sia amare se stessi prima di chiunque altro”, ha concluso la sposa single che dopo la cerimonia è partita anche per il viaggio di nozze.

 

Next Post

Massimo Giletti, parole al vetriolo per il direttore generale della Rai

A farsi mettere da parte lui non ci sta, lo ha rimarcato dal primo momento, e quindi, non appena ha appurato che la Rai gli aveva tolto la sua “Arena”, volendolo rilegare in un angolino, ha preferito fare i bagagli ed emigrare altrove. E Massimo Giletti ha subito trovato un’altra […]