Lino Banfi: ho affrontato tanti fantasmi del mio passato

Ha fatto ridere diverse generazioni e ancora oggi è uno degli attori più amati e “completi” del panorama cinematografico italiano, eppure il suo passato non è stato certamente tutto rose e fiori, e sono stati tanti i fantasmi che ha dovuto affrontare e vincere.

A pochi giorni dai suoi 80 anni, l’attore e interprete indimenticato di Nonno Libero, Lino Banfi, si è raccontato in una intervista ad “Oggi“, svelando diversi retroscena, anche quelli sottaciuti fino ad oggi.

“Ho il complesso di essere grassissimo: nel mio cervello credo di essere 6 o 700 chili, altro che 100 quale sono. Già trent’anni fa l’idea di arrivare a 100 chili mi spaventava talmente tanto che mi sarei voluto suicidare. Poi non l’ho mai fatto, ma non mi sono mai piaciuto, lo devo ammettere“, ha confessato.

Siamo tutti uguali davanti a Dio – ha poi detto – Ho timore solo di una cosa: quando quei quattro mi prenderanno con la cassa, mi auguro che non dicano ‘Mortacci sua, come pesa questo!’. Quindi sto tentando di dimagrire drasticamente in vista della grande occasione“.

L’attore ha poi parlato anche del suo rapporto che lo lega, da tempo, al Papa emerito Benedetto XVI. Un rapporto – dice – che si è sviluppato negli anni, a partire da una poesia scritta dopo le dimissioni del Pontefice e “ispirata da una visione di due Papi”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Selvaggia Lucarelli contro i vip di Ballando con le Stelle

Non è mai stata una che si è mai esentata dall’esprimere giudizi…

Liz Hurley insegna alle più giovani come portare il bikini

Ci sono delle donne che con gli anni in realtà non invecchiano…