Luca Abete tranquillizza tutti dopo le violenze ricevute

Purtroppo non è la prima volta che viene minacciato per le sue inchieste, e neppure che viene aggredito da persone che tentano di fermare interviste e riprese, ma stavolta per l’inviato di Striscia la Notizia le conseguenze sono state più serie, e ha rischiato veramente grosso.

Luca Abete è stato aggredito mentre era in piazza Pitesti a Caserta con i suoi operatori: un gruppo di ambulanti abusivi ha distrutto a bastonate una telecamera e colpito la troupe a lavoro.

La situazione è immediatamente degenerata, Luca Abete è stato costretto a rifugiarsi, con l’aiuto di alcuni presenti, all’interno di un esercizio commerciale che si trova nei pressi di piazza Pitesti ma anche lì dentro è stato raggiunto dagli aggressori che lo hanno preso a calci. Soltanto grazie all’intervento delle forze dell’ordine gli stessi aggressori si sono dileguati.

Lo stesso inviato in Campania ha postato sui social una sua foto in ospedale e racconta: “Un gruppo di extracomunitari hanno aggredito me e il mio staff con pugni, calci e bastoni durante la registrazione di un servizio. Attrezzature distrutte, dolori dappertutto, ma poteva andarci peggio. Voglio dire grazie – conclude – alle persone che intervenendo ci hanno salvato la vita!”.

L’inviato del programma, come riporta Napoli Today, è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna per accertamenti. Per lui soltanto contusioni.

Loading...
Potrebbero interessarti

Alba Parietti, duro attacco a Barbara D’Urso

Nonostante i suoi programmi siano sempre seguitissimi, Barbara D’Urso negli ultimi mesi…

Aurora Ramazzotti, le costa cara la bocciatura alla patente

A quanto pare questa caldissima estate non è certo la migliore della…