Mafia Capitale: appalti sui campi Rom a Roma: 13 rinvii a giudizio

Eleonora Gitto

Continua l’inchiesta Mafia Capitale: appalti sui campi Rom a Roma, 13 rinvii a giudizio.

E’ un processo parallelo a quello per mafia capitale. Si tratta di alcuni appalti affidati per dei lavori da svolgere all’interno dei campi nomadi della Capitale.

In questo processo il Gip ha rinviato a giudizio ben 13 persone, alle quali è stato contestato un giro di tangenti, assunzioni, e altre utilità in cambio dell’assegnazione degli appalti. Insieme ai 13 rinvii a giudizio, è stato dato il via libera a 4 patteggiamenti.

Fra i rinviati a giudizio ci sono alcuni funzionari del Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Roma, alcuni imprenditori e diversi pubblici ufficiali.

La prima udienza del processo è stata stabilita per il 19 aprile 2017, presso l’ottava sezione penale del Tribunale di Roma.

Il Comune si è costituito parte civile nel procedimento. Fra i rinviati a giudizio, troviamo anche Emanuela Salvatori, già condannata a 4 anni per i suoi rapporti con Salvatore Buzzi, il ras delle Cooperative di Mafia Capitale.

Le contestazioni nei confronti dei vari rinviati a giudizio, variano dalla corruzione, alla turbativa d’asta, al falso.

I fatti contestati sarebbero avvenuti tra la fine del 2013 e marzo 2014.

Next Post

Andria, ordigno nel Commissariato: è un barattolo di pomodoro

Ordigno esplode nel commissariato di Andria: si tratta di un barattolo di pomodoro. Non si capisce bene cosa sia veramente successo dentro l’ufficio di polizia di Andria, quando un piccolo ordigno è esploso ferendo un addetto alle pulizie e un’altra persona. Pare che l’oggetto fosse stato precedentemente sequestrato e custodito […]
Andria, ordigno esplode nel commissariato è un barattolo di pomodoro