Massimo Troisi, un omaggio sentito per il 63 esimo compleanno

Nelle scorse ore il compianto ed indimenticato Massimo Troisi avrebbe compiuto 63 anni, e nella sua città natale, come nel resto della penisola, non sono mancate una moltitudine di manifestazioni ed omaggi di vario genere, per rendere onore alla sua memoria e al suo genio.

La sua città natale, San Giorgio a Cremano, lo ha ricordato con una festa dedicata all’arte. Un compleanno «doppio», ad un anno dall’apertura degli spazi dell’associazione «Casa Massimo Troisi» all’interno di villa Bruno: un museo e cantiere di iniziative con oggetti cari all’artista, spezzoni di film e foto inedite, per l’occasione aperto tutta la giornata.

“ E’ un momento molto difficile per me –dichiarò il fratello Luigi Troisi  lo scorso anno non immaginando il successo della sua Associazione “A casa di Massimo”  – Dico  sempre che è facile essere il fratello di Massimo Troisi, ma è difficile fare il fratello di Massimo Troisi.  Vedo che egli è sempre in mezzo a voi, lo vedo dall’entusiasmo, lo vedo da tante cose e quindi l’omaggio che faccio a mio fratello so che è l’omaggio che  tutti voi volete dedicargli ”.

Per il sindaco Giorgio Zinno la festa per il 63esimo compleanno “è un’occasione per ricordarci che dobbiamo ripartire dalla vera cultura, quella che costruisce la vera identità al nostro territorio e offre nuove opportunità ai nostri giovani, prendendo esempio dalla semplicità e dalla bravura del caro Massimo”.

Next Post

Sting, il suo vino è tra i migliori d’Italia

Non solo è un grandissimo artista, ma a quanto pare non gli mancano neppure doti imprenditoriali, e perché no, anche “agricole”: complice anche ottimi terreni in una delle zone più fertili della nostra penisola, Stin sta producendo del vino molto pregiato. Wine Spectator, ‘bibbia’ Usa degli appassionati del bicchiere, come […]