Mistero sulla ISS, lasciato un comparto non sterilizzato e sporco

Redazione

La Stazione Spaziale Internazionale naturalmente deve essere sterilizzata e perfettamente pulita, la sterilità è un prerequisito per lavorare in questa struttura. Ma recentemente si è deciso di non pulire uno dei comparti. Sembrerebbe infatti che gli astronauti stiano conducendo un esperimento che coinvolge i microbi.

Mistero sulla ISS lasciato un comparto non sterilizzato e sporco
ISS (foto@Flickr)

Tutte le superfici all’interno della ISS sono accuratamente trattate con agenti antibatterici. Se il microclima viene in qualche modo violato, ciò può portare allo sviluppo di malattie, che minacciano l’evacuazione di tutto il personale. Ma da tempo uno dei comparti non viene pulito. In quest’area si sta conducendo una ricerca sull’esistenza di biofilm batteriologici nello spazio.

La stazione spaziale utilizza una varietà di materiali innovativi progettati specificamente per i viaggi in orbita e nello spazio. Tra questi ci sono quelli che resistono ai batteri e ne inibiscono la crescita e la diffusione. Questi sono i cosiddetti “materiali intelligenti” da cui sono realizzati vari equipaggiamenti e indumenti per gli astronauti. Per scoprire se un biofilm si formerà sulla loro superficie e come si attacca a tali materiali, si è deciso di condurre un esperimento.

Si scopre che i microbi non esistono separatamente: formano interi conglomerati che sono saldamente attaccati l’uno all’altro. Le cellule batteriche si trovano all’interno di una sostanza speciale sotto forma di una membrana mucosa che le protegge dalle influenze esterne. Il muco si lega l’un l’altro per formare una matrice extracellulare chiamata biofilm.

È un intero organismo gigante che si sviluppa e cresce, mangiando varie sostanze. Il biofilm ha la capacità di attaccarsi alle superfici, sia organiche che non viventi. Inoltre, le cellule batteriche hanno un’intelligenza collettiva, comunicano tra loro e coordinano le azioni attraverso segnali molecolari.

Dal 2000 circa, gli scienziati hanno iniziato a studiare le proprietà di questi microrganismi, poiché le loro capacità possono essere utili in vari campi, ad esempio nell’industria alimentare. La stragrande maggioranza dei vari microrganismi sul nostro pianeta esiste proprio sotto forma di biofilm.

Ora si è deciso di condurre le loro ricerche nello spazio. Gli accumuli di biofilm vengono studiati su diversi materiali al fine di comprendere meglio i meccanismi della loro riproduzione. Si ritiene che i risultati dell’esperimento aiuteranno a risolvere il problema con la disinfezione delle superfici sulla ISS.

Next Post

Il progresso tecnologico è dovuto al contatto con civiltà aliene?

Si ritiene che lo sviluppo di qualsiasi civiltà, come del resto di tutta l’umanità, avvenga ciclicamente. Cioè, durante l’esistenza della civiltà, ci sono stati diversi significativi cambiamenti scientifici, tecnologici e culturali. Lo sviluppo della civiltà tra di loro, di regola, procede ad un ritmo molto lento. Spesso lo sviluppo dell’umanità è avvenuto […]
Il progresso tecnologico dovuto al contatto con civilta aliene