Morte a causa di anabolizzanti e steroidi per il culturista Rich Piana

Eleonora Gitto

Morte a causa di anabolizzanti e steroidi per il culturista Rich Piana.

Ogni tanto qualche cultore del corpo eccede in dosi proteine, di anabolizzanti e steroidi e se ne va. E’ successo a una body builder australiana venticinquenne qualche settimana fa, e ora succede al famoso Rich Piana.

Può la cultura ossessiva per il proprio corpo arrivare a questi eccessi? L’autodeterminazione delle persone, e quindi la libertà di curarsi o farsi male, ha un limite, oppure, arrivati a un certo punto, si ha anche il dovere di denunciare certi eccessi affinché altre persone non abbiano più a star male e anche a morire?

I pareri sono discordanti su questo, tuttavia non è bello vedere persone che muoiono perché s’imbottiscono di proteine o di steroidi come vacche all’ingrasso, fino a scoprire che il corpo reagisce in maniera violenta a queste sollecitazioni.

Come ripeto su questo fronte ci sono solo due versanti, quello dei pro e quello dei contro. Ognuno dei due non media mai la propria posizione, per cui il versante dei pro, a volte diventa pericoloso e insidioso, un territorio underground senza regole e controlli, mentre il versante dei contro diventa un ambiente di accademici noiosi.

Ma la domanda è: può la cultura del corpo portare alla morte? E ancora: la cultura del corpo, e in fin dei conti la bellezza, va di pari passo con l’esibizionismo estremo della massa muscolare, o risiede anche in parametri diversi? Ci sono risvolti psicologici particolari che portano il culturista estremo a far sfoggio della propria nerboruta avvenenza?

La morte di Rich è stata confermata dall’ex moglie, Sara Piana e dall’ultima fidanzata, Chanel Jansen. Ora Rich non potrà più esibirsi davanti ai suoi fan, come ha fato centinaia, migliaia di volte.

La stessa Chanel ha voluto lasciare un messaggio tenero per il suo Rich, raccolto dai suoi innumerevoli fans: “Saremmo dovuti volare in cielo insieme”.

Rich aveva detto più volte di far uso di steroidi, e aveva avuto un collasso due settimane or sono. Trasportato d’urgenza in ospedale, era stato sottoposto a coma farmacologico, viste le sue gravissime condizioni di salute.

L’allarme era stato dato proprio dalla Jensen, che era al corrente del fatto del sovradosaggio di steroidi.

Anche Sara, la ex moglie, ha rilasciato una dichiarazione, peraltro piuttosto avventata: Hai toccato il cuore di tantissime persone, sei stato un aiuto per molti. Mi hai ispirato tante volte.

E’ auspicabile che la fonte dell’ispirazione fosse e sia eminentemente di natura etico-morale, e non di tipo fisico, perché in tal caso ispirarsi a una persona che sostanzialmente si è suicidata per aver fatto uso eccessivo di sostanza decisamente dannose, non è bella cosa a sentirsi.

Ci spiace, Rich. E speriamo vivamente che altri non seguano il tuo esempio e imparino qualcosa dalla tua dipartita.

Next Post

Enrico Papi sbarca su TV8 con Guess My Age

Per Enrico Papi questa è stata un’estate ricchissima di impegni e nuovi progetti: dopo essere tornato in tv, il conduttore ha “scoperto” anche il mondo della musica con “Moosoeca”, che ha riscosso un grande successo su “Youtube” . Il conduttore sarebbe pronto addirittura ad approdare sul palco di Sanremo: “Enrico […]