La mosca: quanti batteri che trasporta con se

Ci infastidiscono perchè spesso sono solite ronzarci attorno, in alcuni casi quando pranziamo o magari quando stiamo riposando, le mosche sono sempre in agguato e riescono a penetrare facilmente anche in casa, sono insetti spesso legati allo “sporco” e ai batteri ed è la realtà, perchè la mosca domestica, quella che ci infastidisce per molti mesi all’anno, è portatrice di tanti batteri che rappresentano un rischio per il nostro organismo.

Di mosche ne esistono di moltissimi tipi, solitamente la più comune è la Mosca Domestica (Musca Domestica) ma ne esistono di varia natura e con diverse caratteristiche. Sono parassiti in ogni senso della parola, rappresentano un rischio per la salute degli esseri umani, degli animali domestici e del bestiame.

In media, una mosca domestica adulta vive per circa 30 giorni. Attraversano un ciclo completo in quattro fasi che consiste di uovo, larva, pupa e adulto.

Le comuni mosche domestiche sono attratte dai rifiuti organici in decomposizione, come feci e carne, mentre la mosca della frutta cerca sostanze zuccherine e si nutre più comunemente di frutta troppo matura, bevande analcoliche e alcoliche rovesciate. Le mosche cavalline invece sono parassiti specifici del bestiame: gli attacchi insistenti delle femmine possono rallentare l’aumento di peso in alcuni animali.

A differenza di altri insetti, le mosche non mordono, ma le conseguenze che possono provocare sono anche peggiori perché possono trasmettere molte malattie gravi. Ciò si verifica in genere quando si posano su animali e feci umane e sono poi capaci di portare i germi in cibo e acqua.

Mosche attenzione a tutti i batteri che sono capaci di trasportare

Mosche attenzione a tutti i batteri

Una delle malattie peggiori trasmesse dalle mosche è il colera, una malattia grave e contagiosa, che può causare la morte per disidratazione.

Il batterio che causa il colera si trova nelle feci umane e viene portata dalle mosche al cibo o all’acqua. Una volta ingerito, il batterio acquisisce la sua residenza negli intestini, provocando l’infiammazione, diarrea, vomito e crampi gravi alle braccia, gambe, addome. Questi sintomi, se non trattati, possono addirittura portare alla morte in 24 ore.

Le mosche possono anche diffondere il batterio che causa la febbre tifoide – un’altra malattia abbastanza comune e che può diventare grave se non curata adeguatamente.

Senza arrivare a citare patologie così gravi, è indubbio che le mosche siano un pericolo per la nostra salute, ed è appena arrivato un altro studio a  confermarlo.

A rivelare la pericolosità di mangiare cibi dove una mosca si è anche solo posata per alcuni secondi, sono stati i ricercatori del Penn Estate Eberly College of Science degli Stati Uniti, che hanno condotto uno studio accurato. Gli scienziati hanno scoperto infatti che le comuni mosche domestiche sono portatrici di salmonella, escherichia coli e addirittura batteri che possono provocare ulcere allo stomaco fino a sepsi mortale.

La mosca domestica, onnipresente in tutto il mondo, si è quindi rivelata portatrice di ben 351 tipi di batteri. Il team, che ha analizzato i microbi sulle singole parti del corpo della mosca, informa che gli insetti raccolgono i batteri dalle feci e dalle sostanze organiche in composizione che utilizzano normalmente per nutrire i piccoli.

Gli scienziati sospettano da tempo del ruolo delle mosche nella trasmissione e diffusione delle malattie, ma questa ricerca aggiunge ulteriori prove alla tesi, mostrando nei dettagli le dimensioni del problema.

“Noi crediamo che questo possa mostrare un meccanismo per la trasmissione di patogeni trascurato a livello sanitario, inoltre le mosche possono contribuire alla rapida trasmissione di patogeni in situazioni particolari”, dice Donald Bryant della Penn State.

“Davvero è il caso di pensarci due volte prima di mangiare l’insalata  di patate nel prossimo pic nic”, scherza Bryant alludendo all’abitudine di questi insetti di poggiarsi sul cibo.

One thought on “La mosca: quanti batteri che trasporta con se

  1. è strano che gli umani siano sopravissuti per tanti anni e ancora esistano

Comments are closed.

Next Post

Dislessia aumentano le certificazioni nelle scuole

Se ne sente parlare spesso ma evidentemente ancora oggi molti si voltano per non affrontare il problema, al giorno d’oggi ad esempio i bambini affetti da dislessia, per fortuna, non vengono più considerati semplicemente svogliati o magari distratti, le diagnosi sono aumentate così come le certificazioni nelle scuole, cresce dunque […]
DSA nelle scuole italiane