Nick Carter si scusa con i fans dopo il suo arresto per rissa

Quando è diventato uno degli idoli delle ragazzine di tutto il mondo, negli anni novanta, incantava col suo visino angelico e la chioma biondissima: ne è passata di acqua sotto i ponti da quegli anni, e quanto è riuscito a cambiare, in peggio, Nick Carter.

Dopo il clamoroso arresto per rissa aggravata, avvenuto fuori da un bar in Florida lo scorso 14 gennaio, Nick Carter, cantante dei Backstreet Boys nonché idolo di milioni di ragazzine di ieri e di oggi, punta almeno a conservare il rispetto dei fan e ci prova con un messaggio sui social.

“Sono un essere umano e a volte è una vera lotta riuscire ad avere uno stile di vita sano. Quando cadiamo dobbiamo rialzarci e camminare. Spero che possiate rimanere al mio fianco e camminare con me”, ha piegato ai fan, sottolineando come tutti, a volte, facciano degli errori.

Trentasei anni il prossimo ventotto gennaio, Carter era stato fermato dalla polizia a seguito di un parapiglia occorso all’interno dell’Hog’s Breath Saloon. Nel dettaglio, secondo la ricostruzione degli agenti intervenuti sul posto, ubriaco e in compagnia di un amico, la popstar avrebbe afferrato alla gola un buttafuori del pub che gli aveva intimato di abbandonare il locale a seguito di alcune sue intemperanze con i clienti e con gli stessi titolari dell’esercizio commerciale.

Rilasciato su cauzione (fissata a 1500 dollari) e in attesa del primo figlio dalla moglie Lauren Kitt, il 35enne idolo degli anni Novanta, ora rischia fino a un anno di carcere e/o libertà vigilata, oltre a una multa di 1000 dollari. La prima udienza è attesa per il prossimo 8 febbraio.

Next Post

Piemonte location di uno show sui fastosi matrimoni cinesi

In Italia, ed in particolare sull’emittente Real Time, fioccano i programmi sui matrimonio, dalla scelta dell’abito perfetto fino alla location da sogno dove celebrare l’unione, ma a quanto pare non è solamente il nostro paese ad amare certi tipi di programma. Anche i cinesi, che tengono molto alle celebrazioni fastose […]