Nuova Zelanda: Jaylene Cook posa nuda sulla montagna e offende i Maori

Redazione

Pur trattandosi di semplici foto artistiche, quelle scattate all’ex playmate Jaylene Cook sulla cima di una montagna sacra in Nuova Zelanda, hanno scatenato un mare di polemiche.

La bella modella Jaylene Cook ha infatti posato senza veli sulla cima di una montagna ritenuta sacra per il suo Paese, la Nuova Zelanda, l’ex playmate era con il suo compagno e fotografo Josh Shaw i due hanno deciso di sfidare loro stessi compiendo una scalata di circa 12km sul Taranaki.

Qui la Cook ha posato spalle all’obiettivo senza veli mostrando il suo bellissimo fondoschiena, un ritratto artistico che poco è piaciuto ai locali che hanno aperto un vero e proprio dibattito sull’espressione artistica della foto rispetto alla cultura e le tradizioni locali.

Secondo gli abitanti del luogo è un’offesa ai Maori, mentre l’ex playmate si difende semplicemente dicendo: “E’ stata un’idea di Josh, siamo stati molto rispettosi e quel nudo non è assolutamente offensivo in nessun modo, è naturale e si tratta solo di libertà”.

Secondo il sindaco del luogo, Neil Volzke, è stata una mossa “culturalmente insensibile e non certo quello che ci si aspetta di fare sulla sommità di un monte sacro come il Taranaki”.

WE DID IT!! This was BY FAR the hardest thing I have ever done! Both mentally and physically. 2 minutes out of the car park I was already hurting, sweating and ready to turn back 😂 But it's amazing what you can accomplish with the encouragement and support of your partner! I could not have done this without you babe @thejoshshaw! • 🏔 Mount Taranaki Summit 🔭 9000ft ❄️ -11'C/35km winds 🏃🏻‍♀️ 12.6km (1.6km elevation) ⏰ 2am – 6.30pm (12hr hike time) 💪🏼 20kg pack (Josh had 40kg 😱) • This climb has forever changed me. I proved just how far I could push myself and I am truely proud of my accomplishment. This mountain was steep, rugged, ever changing and just pure brutal! Safe to say, I will never do it again 😅

A post shared by Jaylene Cook (@jaylenecook_) on

Next Post

Modena, truffa a luci rosse sventata da un passante

Truffa a luci rosse sventata da un passante casuale a Modena. La truffa è stata sventata, ma l’anziano se l’è vista brutta. Mentre saliva in macchina mercoledì mattina verso le 12, in Corso Canalgrande, un settantenne è stato avvicinato da due venticinquenni che hanno cominciato a fare delle moine. Dice […]
Modena, truffa a luci rosse sventata da un passante