Panaro solidale, in tempi di coronavirus si aiutano i senzatetto
Panaro solidale, in tempi di coronavirus si aiutano i senzatetto

Nel mezzo di un blocco a livello nazionale per prevenire la diffusione del coronavirus, gli italiani, ma in particolare una città che molto spesso si distingue per la sua generosità, Napoli, inventa il “Panaro solidale“.

Cestini di cibo che vengono calati dai balconi dei residenti, pieni di pane, pasta, pomodori e legumi, invitando i poveri e i senzatetto a prendere ciò di cui hanno bisogno. 

Il gesto ha fatto il giro del mondo e un utente di Twitter ha condiviso le foto dei cestini insieme ad una traduzione della scritta che li accompagna. Il cartello dice: “Se puoi, metti qualcosa dentro. Se non puoi, prendi qualcosa

Secondo quanto si è appreso l’iniziativa, nota come “Panaro solidale“, è stata avviata da un uomo di nome Angelo Picone. 

È stato spontaneo. La solidarietà ci viene naturale. Faccio sempre queste cose con le associazioni del vicinato e dato che ora dobbiamo rimanere a casa, lo facciamo anche da casa“, ha detto Picone a Askanews . 

Ha detto che l’iniziativa è iniziata quando ha condiviso un pasto con un senzatetto che non è riuscito a trovare cibo, poiché l’epidemia di coronavirus ha chiuso le mense. Ha iniziato a crescere mentre anche le persone del quartiere hanno iniziato a partecipare. 

Questa è vera solidarietà, non solo per chiuderti a casa e pensare a proteggerti, ma anche per pensare agli altri“, ha detto. 

Il “Panaro solidale” inoltre è stato non solo “copiato” in altre realtà, ma anche citato da artisti

Loading...
Potrebbero interessarti

Sri Lanka, misteriose iscrizioni ritrovate in un sito

Nello Sri Lanka, uno stato insulare al largo della costa dell’India, c’è…

Quanti numeri 25 vedi nella foto?

Un test visivo facile da risolvere ma che in ogni caso mette…