Parabiago, investito da un treno per sfidare gli amici

Redazione

Una stupida sfida di coraggio, una tragedia che si sarebbe potuta evitare con un minimo di buonsenso, ed invece ci ritroviamo a piangere la terribile fine di un ragazzo reo di non aver pensato alle possibili conseguenze delle sue azioni.

Abdul El Sahid, un ragazzino di 15 anni di San Giorgio su Legnano (Milano), è stato travolto da un treno in stazione a Parabiago (Milano), nella serata di martedì, intorno alle 19.

Non si è trattato di un tragico incidente o di suicidio: per gli inquirenti il ragazzo stava giocando, assieme ad un gruppo di amici, alla “roulette russa”.

In pratica, a turno, i ragazzi si sdraiavano sui binari cercando di restarvi il più possibile prima dell’arrivo del treno: quando è toccato ad Abdul, il ragazzino non ha fatto in tempo a scansarsi ed è stato travolto senza scampo.

La ricostruzione è stata fatta in base alle testimonianze raccolte tra i presenti, ma sarà necessario visionare le immagini raccolte dalle telecamere di videosorveglianza della stazione ferroviaria per averne la certezza.

Il macchinista del treno è stato ascoltato dagli inquirenti, coordinati dalla Procura di Busto Arsizio (Varese), anche per fugare con certezza le prime voci che parlavano di un suicidio .

Next Post

Pisa, la Torre non pende più?

Ci sono monumenti che caratterizzano inconfondibilmente una città: il Colosseo a Roma, piazza San Marco a Venezia, la Torre a Pisa. Ben poche strutture sono riconoscibili come la Torre di Pisa, per la sua celeberrima pendenza che sfida le leggi della fisica, ma che a quanto pare è destinata a […]