Paul McCartney ecco chi sarebbe il sosia che lo ha sostituito

Redazione

Paul McCartney sostituito da un vero e proprio sosia dopo la morte, queste le rivendicazioni della teoria della cospirazione.

Il leggendario bassista e cantante dei Beatles Paul McCartney fu apparentemente sostituito dopo un incidente fatale nel 1966, secondo una teoria cospirativa di lunga data.

McCartney è meglio conosciuto come uno dei frontman, e bassista, del supergruppo rock and roll The Beatles.

Ma gli stravaganti teorici della cospirazione sono convinti che il leggendario “Beatle”  sia morto in un incidente automobilistico durante il periodo d’oro della Beatlemania, per poi essere sostituito.

E i fan ora credono di conoscere la vera identità del sosia di McCartney, 52 anni dopo la sua presunta morte.

Secondo i cospiratori, il sostituto del cantante era originario della Louisiana e si chiama Michael Campbell Shears, meglio conosciuto come Billy Shears.

La leggenda narra che nel 1965 (un anno prima che McCartney fosse morto), il giovane Shears fece parte di una competizione musicale organizzata dal direttore della band Brian Epstein.

Quindi, quando le notizie si sono interrotte sul presunto incidente mortale di Paul, la cospirazione stravagante suggerisce che Brian abbia corrotto la polizia e i giornalisti per chiudere un occhio.

Shears successivamente fu presentato a John Lennon, Ringo Starr e George Harrison in sostituzione del loro frontman e bassista.

Da lì, Shears prese un accento “Scouse” ed in pratica si sostituì ad una delle più grandi rockstar del pianeta.

I teorici ora ritengono di aver colto le minuziose differenze tra il Paul McCartney “pre-incidente” (prima del 1966) e il post-incidente (Billy, soprannominato “Faul” dai teorici) che provano che la stella è morta da oltre mezzo secolo.

In un video bizzarro, un sostenitore della teoria della morte di McCarney sul canale YouTube MrSandpit123 continua a sottolineare i cambiamenti dell’altezza, della postura, della struttura facciale e persino il modo in cui tiene il suo famoso basso Hofner nel tentativo di mostrare Shears come un impostore.

A proposito del filmato, il teorico conclude: “Ho visto abbastanza per convincermi pienamente che Paul è stato sostituito“.

Inoltre, i teorici sostengono che gli altri membri dei Beatles hanno lasciato tracce sulla tragica morte del loro compagno di banda, inclusa la confessione di John “Il sepolto Paul” nella loro canzone di successo Strawberry Fields Forever.

Non sorprende ovviamente che McCartney abbia ripetutamente smentito le voci bizzarre della sua stessa morte.

Parlando alla BBC nel 1969, Paul disse: “Le voci sulla mia morte sono state molto esagerate. Tuttavia, se fossi morto, sono sicuro che sarei l’ultimo a saperlo.

Facendo riferimento alla teoria all’inizio di quest’anno, durante il Carpool Karaoke con James Corden, il 76enne Sir Paul ha ammesso: “Abbiamo semplicemente lasciato perdere“.

Next Post

Londra incivile? Uno scatto fotografico condanna i londinesi

Sdegno per le persone che si sono comportante in modo altamente incivile su un mezzo pubblico a Londra. Queste sono le considerazioni di una persona che ha scattato una foto molto particolare, la metro di Londra ovviamente sempre affollata e al centro di un vagone un uomo anziano che si […]