Perchè ci svegliamo sempre nel momento migliore di un sogno?

Redazione

Qual è il reale motivo per il quale ci sembra sempre di svegliarci nel momento più importante di un sogno?

Può sembrare in effetti che ogni qual volta ci svegliamo durante un sogno, sia sempre un momento importantissimo, bello o brutto ma quasi sempre il momento “clou” del sogno.

È uno scenario agrodolce che tutti conosciamo, anche quando stiamo avendo un sogno particolarmente piacevole, all’improvviso ci svegliamo proprio durante la parte migliore.

Mentre questa capacità di svegliarsi prima del “climax” (così viene definito) di un sogno è un sollievo se ad esempio si tratta di un incubo , può essere incredibilmente frustrante non riuscire a “terminare” invece un bel sogno.

Questi tipi di sogni sono conosciuti come sogni lucidi, cioè quelli in cui siamo consapevoli di star vivendo, pur continuando a dormire ed è per questo che poi li ricorderemo.

Nei sogni lucidi, il sognatore può esercitare un certo controllo su ciò che accade, sugli altri personaggi del sogno e sull’ambiente che stiamo sognando.

Ma perché ci sembra sempre di svegliarsi prima del “lieto fine” di un buon sogno?

In primo luogo, sogniamo durante tutto il nostro sonno, quindi svegliarsi “durante” è inevitabile, a prescindere dal fatto che si tratti di un “vecchio classico” come tornare a scuola, sognare gli esami di maturità, fidanzarsi ecc.

In secondo luogo, tutto questo ha a che fare anche con il nostro ciclo del sonno, ci sono infatti le fasi REM e c’è NREM, ed è a causa del primo che o ci svegliamo prima del culmine di un sogno o che pensiamo di averlo.

Lo stadio finale del sonno REM (movimento rapido degli occhi), in genere quello appena prima del risveglio, è solitamente il più lungo e può essere più pieno di sogni.

Questo è il motivo per cui alcuni sogni possono sembrare molto più vividi di altri.
Tuttavia, i sogni possono verificarsi durante tutti i cicli REM, e ci sono prove che i sogni possono verificarsi anche nel sonno NREM (o nel movimento non rapido degli occhi).

Pertanto, mentre possiamo ancora sognare durante il nostro ciclo NREM, le nostre menti e i nostri corpi sono molto più rilassati, di solito non abbiamo “memoria” di questo ciclo.

Quindi, se dovessi essere svegliato dopo un ciclo di sonno NREM, potresti ricordare il tuo ultimo sogno (dal tuo ultimo ciclo REM) come se fosse appena accaduto.

In breve: hai la certezza di svegliarti durante un sogno, ma ricordi solo i sogni del periodo REM, che siano buoni o cattivi e dunque il tuo cervello fa apparire come svegliarsi sempre al momento “culmine” di un sogno o di un incubo.

Next Post

Inter-Napoli, non si arrestano le polemiche

Sono passati diversi giorni dalla partita Inter Napoli, già destinata ad entrare nella storia del calcio e non certo per la bravura dei giocatori in campo o per un gol particolarmente sensazionale. La partita è stata gestita male fin dall’inizio, fin dal primo minuto dalla curva dell’Inter sono arrivati cori […]