Perchè dimentichiamo le cose? come funziona la memoria

Redazione

A chi non è mai capitato di dimenticare qualcosa?

Che siano le chiavi o il posto dove abbiamo messo proprio quel maglione che cerchiamo, a tutte le età capita di dimenticare, per sbadataggine, certo, ma anche perché magari non abbiamo memorizzato bene quella determinata sequenza, o numero o strada.

Ma lo sapete che nel nostro cervello coesistono ben due tipi di memoria differente?

Se, in generare, la memoria è la capacità di conservare nel tempo determinate informazioni e dati, per poi recuperarli all’occorrenza, alcune informazioni vengono immagazzinate nella memoria a breve termine ed altre in quella a lungo termine.

La memoria a breve termine è quel tipo di memoria che il nostro cervello utilizza per memorizzare piccoli pezzi di informazioni necessarie immediatamente.

Avete presente quando vi presentano qualcuno e lo ricordate giusto il tempo di finire la conversazione?

Ecco, questo è un tipico esempio di memoria a breve termine, come anche il numero di telefono che ripetiamo nella mente il tempo di riferirlo a qualcun altro.
La memoria a lungo termine è invece quella parte della memoria dove conserviamo le informazioni dopo che le abbiamo elaborate, e siamo capaci di ricordarle anche dopo decenni.

Usando un paragone informatico, la nostra memoria è il nostro hard disk: sopra vi abbiamo tutti i momenti fondamentali della nostra vita e ne conserviamo il ricordo potenzialmente fino alla morte.

Next Post

Vaccini, nuovo studio dimostra l’assenza di correlazione con l’autismo

Quanti studi serviranno ancora per confutare quelle che non sono altro che baggianate, senza alcun fondamento scientifico, sulla pericolosità dei vaccini? Noi onestamente non lo sappiamo, ma non possiamo che registrare la nascita dell’ennesimo movimento di no vax, che pretende di non vaccinare i propri figli per la presunta dannosità […]
Vaccino esavalente sai di cosa si tratta