Perché dormiamo e perché probabilmente dovresti dormire di più

Redazione

“Meno dormiamo, meno viviamo”, dice Matthew Walker, un professore di neurologia e psicologia che ha pubblicato il bestseller del 2018 Why We Sleep. La verità è che il sonno non dovrebbe essere sottovalutato. Infatti ha diverse funzioni importanti che sono essenziali per il corretto funzionamento del corpo. Diamo un’occhiata più da vicino.

Fonte: https://unsplash.com/photos/8yKPxJ9d-pU

Migliorare la funzione cerebrale

Secondo alcune ricerche, la memoria a breve termine si trasforma in memoria a lungo termine durante il sonno. Allo stesso tempo, il cervello si libera delle scorie del sistema nervoso centrale – compreso lo stress che si è accumulato in noi durante il giorno. Questo processo pulisce e rigenera l’organo cerebrale, permettendogli di funzionare meglio e in modo più efficiente al risveglio. Riposare a sufficienza ci aiuta soprattutto a imparare, ricordare, concentrarci e risolvere meglio i problemi. Un cervello “pulito” è anche più creativo.

Rinnoviamo le nostre cellule

Durante il sonno, la nostra mente si riposa, ma il nostro corpo sta ancora lavorando – le fibre muscolari crescono (e “crescono” i muscoli se abbiamo dato loro un motivo per farlo durante il giorno), i tessuti crescono, gli ormoni vengono rilasciati e le proteine sono fatte da aminoacidi. Così, il corpo utilizza il periodo di riposo per la riparazione e la crescita. Ne consegue che più la giornata è stata impegnativa dal punto di vista fisico o mentale, prima dovremmo abbandonare la testa sul cuscino e fare una bella dormita.

Risparmiamo energia

Quando dormiamo, il nostro corpo ha bisogno di meno chilocalorie per funzionare. Infatti, il nostro metabolismo non deve lavorare così velocemente. Secondo gli scienziati, risparmiamo il 35% della nostra energia dormendo per otto ore rispetto a rimanere svegli per 24 ore. Se guardiamo questo argomento da un punto di vista evolutivo, potremmo dire che di notte le condizioni non sono adatte per cacciare la preda, quindi è più vantaggioso per il corpo conservare energia e riposare.

Sosteniamo la nostra salute emotiva

La salute emotiva significa che possiamo sperimentare e rispondere alle nostre emozioni in modo appropriato, impedendo di essere sconvolti da qualcosa e mantenendo noi il controllo dei nostri sentimenti e non viceversa. Durante il sonno, il cervello rafforza le aree importanti per sperimentare le emozioni, per esempio:

  • l’amigdala;
  • il corpo striato;
  • la corteccia insulare;
  • l’ippocampo.

L’amigdala è la parte del cervello responsabile di avvisarci di una minaccia e di rispondere adeguatamente ad essa – una volta era l’attacco di un predatore, ma oggi può essere quando il capo ci chiama nel suo ufficio. Una volta che siamo addormentati, l’amigdala risponde in modo appropriato. Se invece siamo privati del sonno, rischiamo di diventare inutilmente agitati e troppo stressati.

Manteniamo un peso ottimale

Ci sono due ormoni principali che influenzano il nostro modo di mangiare. La grelina, il cosiddetto “ormone della fame“, ci dice di mangiare. I suoi livelli aumentano quindi quando non abbiamo mangiato per molto tempo. La leptina, i cui livelli aumentano logicamente con il cibo, d’altra parte, ci dice che siamo pieni. Durante il sonno, quando il metabolismo è soppresso, i livelli di grelina scendono naturalmente. Ma appena dormiamo poco, i livelli di leptina iniziano a scendere. C’è quindi un rischio di sovralimentazione non necessaria. La ricerca mostra che la privazione del sonno di appena cinque notti consecutive aumenta il rischio di obesità, diabete di tipo II e sindrome metabolica. Tutti abbiamo esigenze diverse per il tempo da trascorrere a letto. Il già citato professor Walker dice che la grande maggioranza di noi ha bisogno di almeno otto ore al giorno. Altri ricercatori ritengono che 7 ore e mezzo siano ottimali. Volendo riassumere, possiamo dire che l’intervallo da 7 a 9 ore è il più spesso menzionato. Quindi, se dormi meno di sette ore al giorno, sarebbe una buona idea regolare il tuo programma di sonno di conseguenza. O almeno pensarci su per bene.

Next Post

Ufficiale il primo Hotel in orbita sulla Terra

Ufficializzata la data dell’installazione del primo hotel in orbita attorno alla Terra. Orbital Assembly ha annunciato la data di apertura del primo hotel spaziale, che sarà in orbita terrestre bassa. La costruzione della stazione Voyager inizierà nel 2025 e l’hotel aprirà le sue porte ai visitatori nel 2027, secondo la […]
Ufficiale il primo Hotel in orbita sulla Terra