Peso, troppi chili o troppo pochi accorciano la vita

Redazione

La virtù sta nel mezzo: un vecchio detto che è sempre veritiero, anche quando si tratta di peso corporeo e dei suoi eccessi, in positivo e in negativo.

Se infatti essere normopeso è risaputo essere la condizione ideale per star bene ed evitare spiacevoli problemi e patologie, uno studio è arrivato a chiarire come eventuali scostamenti possono influire sulla durata della vita.

Nello specifico, secondo uno studio che ha coinvolto quasi 2 milioni di persone nel Regno Unito, essere in sovrappeso o sottopeso potrebbe mettere fine a quattro anni di aspettativa di vita.

A partire dall’età di 40 anni, secondo i ricercatori della London School of Hygiene & Tropical Medicine, le persone che hanno un punteggio sano sulla scala dell’indice di massa corporea (Bmi) hanno il più basso rischio di morire, mentre coloro che si piazzano nella parte estrema superiore o inferiore del Bmi rischiano di avere vite più brevi.

Un punteggio ‘sano’ va da 18,5 a 25. Lo studio ha mostrato che l’aspettativa di vita di uomini e donne obesi è rispettivamente inferiore di 4,2 e 3,5 anni rispetto a quella delle persone che si trovano nella ‘casella’ Bmi normale.

La differenza per uomini e donne sottopeso è invece di 4,3 anni (uomini) e 4,5 anni (donne).

foto@Pxhere

Next Post

Usain Bolt non sarà un calciatore

Tantissimi dei nostri ragazzi hanno come sogno nel cassetto quello di raggiungere fama e gloria giocando a calcio, e questo probabilmente è stato anche il sogno da bambino di Usain Bolt, che però celebre nel mondo oggi lo è già, per la sua velocità che lo ha portato ad essere […]