Ravenna, “pescata” rarissimo esemplare di tartaruga liuto

Redazione

Per coloro che non ne avessero mai sentito parlare, la tartaruga liuto è la tartaruga più grande del mondo ed è l’unica specie del genere Dermochelys e della famiglia Dermochelyidae.

La prima catalogazione e raffigurazione di questa speciale tartaruga, che può arrivare fino a 350 cm di lunghezza e pesare fino a 700 chili, fu opera insigne di Domenico Agostino Vandelli che nel 1761 gli diede la denominazione Dermochelys Coriacea Testudo.

Quel primo esemplare è ancora oggi conservato in originale presso il Museo di Zoologia dell’Università di Padova, ma in queste ore, in quel di Ravenna, in tantissimi ne hanno potuto vedere dal vivo un esemplare vivo, vegeto e rarissimo.

Martedì è stato infatti recuperato dagli esperti della Fondazione Cetacea di Riccione un esemplare di grandi dimensioni di ‘Tartaruga Liuto’, rimasto incagliato accidentalmente nelle reti di un peschereccio di Cesenatico, il ‘Michela’, al largo di Ravenna.

La tartaruga di circa 300 chili di peso e 140 centimetri di carapace, probabilmente una giovane subdulta di sesso femminile, presentava qualche escoriazione superficiale a causa della cattura nelle reti, ma tutto sommato stava benone.

Ecco perché, dopo gli accertamenti e le foto di rito, è stato organizzato il suo immediato rilascio a tre miglia e mezzo dalla costa.

Next Post

Lucciole, ecco perché sembrano illuminarsi come lampadine

Nelle notti d’estate, all’aria aperta, si deve combattere con le zanzare ed una miriade di insetti, che non ci lasciano godere in pace della frescura, ma allo stesso tempo se siamo fortunati possiamo godere anche della vista di animaletti da molti considerati anche “magici”: le lucciole. In realtà le lucciole […]
Lucciole ecco perche sembrano illuminarsi come lampadine