Russia panico da giorno del giudizio, corvi cadono dal cielo
Russia panico da giorno del giudizio corvi cadono dal cielo

Uno scenario apocalittico si è svolto sopra una città nucleare segreta in Russia quando centinaia di uccelli morti sono improvvisamente precipitati dal cielo e giacevano sparsi per le strade.

La misteriosa morte di massa di corvi sopra una misteriosa città nucleare russa ha mandato in tilt Internet. Una frenesia sui social media è seguita dopo che sono emerse riprese di uccelli morti che cadevano improvvisamente dal cielo sulle strade sottostanti nella città di Balakovo. Lo strano incidente è attualmente sotto inchiesta ufficiale, con alcuni esperti che collegano la morte di massa all’influenza aviaria

Tuttavia, altri hanno suggerito che potrebbe essere collegato alla caratteristica più nota della città: la sua grande centrale nucleare

I filmati sui social media hanno mostrato strade russe disseminate di centinaia di cadaveri di uccelli.

Il dipartimento veterinario locale di Saratov ha avviato un’indagine sullo strano fenomeno accaduto.

Secondo il dipartimento, i veterinari hanno visitato il sito per prelevare “campioni di biomateriale” al fine di testare l’influenza aviaria.

Diverse persone del posto rimangono scettiche, con un utente che osserva: “È improbabile che i veterinari nell’entroterra di Saratov siano competenti. Dovremmo chiamare specialisti da Mosca

Il commento più popolare sulla storia pubblicato sul sito di social networking russo VK diceva: “All’inizio di Chernobyl, tutti gli uccelli sono morti“.

In effetti, la centrale nucleare fu teatro di un incidente mortale nel 1985, quando 14 lavoratori del sito morirono per errore umano, meno di un anno prima che si verificasse il disastro di Chernobyl.  

Russia Today ha twittato la scena inquietante: “Sembra che Halloween sia arrivato presto per Balakovo, 1.000 km a sud di Mosca, nota per la sua grande centrale nucleare“.

La gente del posto ha respinto la spiegazione dell’influenza aviaria, indicando invece fenomeni ambientali, come forti venti o la collisione accidentale di due stormi

Altri hanno accusato i fuochi d’artificio, l’inquinamento atmosferico o persino il 5G, anche se la Russia non ha torri 5G.

Ciò segue altre scene apocalittiche simili che si svolgono in remote regioni russe.

All’inizio di questo mese, sciami di insetti alati hanno invaso una città siberiana, formando nuvole nell’aria e sciamando sui marciapiedi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Rebecca e la dipendenza da sesso: cinque volte al giorno troppo poco

Si è sempre detto che in “amore” tutto è concesso, così come…

Parigi, bimbo salvo dopo un volo incredibile

A volte basta inciampare su un gradino o scivolare su un pavimento…