Samsung Gear S3 Frontier smartwatch, il salto di qualità

Redazione

Samsung Gear S3 Frontier smartwatch, il salto di qualità.

Samsung Gear S3 Frontier fa la differenza

La differenza con gli S2 della precedente generazione, c’è tutta, e si vede. La sofisticazione a livello di tecnologia è nettamente maggiore, e l’indipendenza di funzioni di quello che si rivela sempre più un device stand alone, è decisamente avvertibile.

Il problema principale degli smartwatch è, infatti, oltre a quello della durata della batteria, probabilmente quello dell’indipendenza delle funzioni che può vantare; vale a dire quando si renda autonomo dall’utilizzo in contemporanea con uno smartphone o altro prodotto, tipo un piccolo tablet o altro.

Samsung Gear S3 Frontier, limiti e capacità

Qui il limite è sì quello di inserire quanta più elettronica possibile in un aggeggio così piccolo; ma ce n’è un altro che è tutto fisico e non dipende dallo smartwatch: vale a dire la capacità umana di agire correttamente e compiutamente con questi orologi. Ammesso che si possano ancora definire tali.

Quando andiamo a toccare col nostro ditone lo schermo, ad esempio, rischiamo di attivare una funzione rispetto a un’altra. Oppure, se ci serve di leggere un messaggio che proviene da un social, magari dobbiamo mettere gli occhiali. Certo, un diciottenne è velocissimo a fare tutte queste operazioni, e non ha problemi di sorta; ma un quarantenne o un cinquantenne già qualche problema di approccio fisico ce l’hanno.

Ecco che questa strada di avvicinamento progressivo alle condizioni ottimali di approccio, la sta percorrendo anche la casa sudcoreana, che con il Gear S3 Frontier vuole dare un contributo ulteriore. Certamente, aggiungeremmo, interessante.

Samsung Gear S3 Frontier, caratteristiche

A occhio, l’orologio è più grande di quelli delle generazioni precedenti. E meno male. La diagonale dello schermo è maggiore, e questo vuol dire migliore visibilità; inoltre anche lo spessore è aumentato, e questo vuol dire elettronica migliorata, ma soprattutto batterie più grandi, e conseguentemente una durata maggiore.

Non è, infatti, pensabile che uno smartwatch, a pieno regime di lavoro, duri una mezza giornata. E’ sgradevole staccarlo e attaccarlo dal polso in continuazione.

L’orologio è progettato in maniera che ne sia garantita l’impermeabilità per un’immersione fino a 1,5 metri per trenta minuti. Non è il massimo ma, per ora, questo è quello che passa il convento. Si tratta in questo caso della certificazione IP-68. Lo chassis sembra decisamente robusto, con uno spessore di 46 mm. Sul fronte dei cinturini, l’intercambiabilità è assicurata: ce ne sono di tutti i tipi e di tutti i colori.

samsung-gear-s3-frontier-immagine

Samsung Gear S3 Frontier, la qualità

La qualità costruttiva è notevole. La lunetta è girevole. Nella parte posteriore c’è un utile e preciso cardiofrequenzimetro, mentre sulla sinistra c’è perfino un minuscolo altoparlante, in verità un po’ gracchiante quando alzato al massimo livello. Per quel che attiene agli urti e stress vari, la certificazione di riferimento è la MIL-STD 810 G. Vale a dire molto resistente. L’orologio ha un design prettamente maschile.

Samsung Gear S3 Frontier, altre specifiche

Il display è un Super Amoled con diagonale da 1.3 pollici e la risoluzione pari a 360×360 pixel. La densità di pixel è di 278 ppi. La luminosità è eccellente, tanto che lo schermo risulta visibilissimo anche in condizioni di forte illuminazione esterna. Il processore è un Samsung Exynos 7270 a 1 Ghz. La Ram è di 768 MB, con 4 GB di spazio di archiviazione. Buone le connessioni Bluetooth e WiFi. Possiede anche il Gps. Il software consente di utilizzarlo, per la messaggistica, con i più famosi social, da Messenger a Gmail, da Hangouts a WhatsApp e Slack.

Potrete usufruire dell’offerta direttamente cliccando sul seguente link: Samsung Gear S3 Frontier Smartwatch

Next Post

BookBook per iPhone 6 Plus, una custodia che è un libro

BookBook per iPhone 6 Plus, una custodia che è un libro. Nei giorni nostri abbiamo un problema: l’ipertecnologia. Tutto quanto è così altamente e inesorabilmente tecnologico che a volte un ritorno al passato non è male. O vintage, come sono soliti chiamarlo oggi. Ma come si fa? BookBook, la custodia libro […]
BookBook-per-iPhone-6-Plus