Scienza rivela: I cani non ci capiscono come noi crediamo

Redazione

Racconti intere storie al tuo amico a quattro zampe e lui drizza le orecchie, ti guarda con comprensione, ma il tuo cane capisce davvero cosa stai dicendo? Probabilmente no.

Il miglior amico dell’uomo può capire alcuni comandi di base come “sedersi” o “sdraiarsi“, ma tutto ciò che gli assomiglia, nel modo di pronunciarlo, gli suona allo stesso modo.

I cani non possono distinguere tra parole che suonano in qualche modo uguali, concludono i ricercatori della Eötvös Loránd University di Budapest.

Sebbene i cani abbiano notevoli capacità di comunicazione e abilità sociali, il numero di parole che possono imparare è molto limitato“, spiegano i ricercatori nel loro articolo.

I cani non ci capiscono come noi crediamo.

Secondo gli scienziati, non ha nulla a che fare con la capacità dei cani di distinguere i suoni, ma ha a che fare con il modo in cui gli animali focalizzano la loro attenzione.

Anche i bambini di età inferiore ai quattordici mesi non sono in grado di distinguere tra parole dal suono simile, anche se possono sentire la differenza.

I cani sembrano non riuscire a superare quella fase e quindi non possono elaborare tutti i suoni che compongono una parola, hanno detto i ricercatori.

Questo potrebbe spiegare perché i cani possono imparare solo un numero limitato di parole e anche perché non ci capiscono così bene come pensiamo. Molte parole suonano allo stesso modo per loro.

Next Post

Russia polemiche: niente alcol con il vaccino coronavirus

L’avvertimento di un funzionario sanitario secondo cui chiunque venga vaccinato contro COVID-19 con il vaccino Sputnik V russo dovrebbe rinunciare all’alcol per quasi due mesi ha causato una reazione tra alcuni russi che definiscono la richiesta irragionevole. Martedì Anna Popova, responsabile della tutela della salute dei consumatori, ha dichiarato alla […]
Russia polemiche niente alcol con il vaccino coronavirus