Sette sataniche: Milano è l’epicentro?
Sette sataniche Milano epicentro

La maggior parte di noi, quando sente parlare di satanismo, non sa neppure definirlo precisamente.

Sappiamo che è un culto di adorazione del Diavolo e del male, ma non sappiamo dire di più, se non quello che abbiamo appreso guardando qualche film o leggendo distrattamente qualche articolo.

Del resto, il satanismo è un qualcosa di legato al passato, che nulla ha a che fare con gli usi, i costumi e la cultura contemporanea, no?

Niente di più sbagliato: solo a Milano e in Lombardia sono presenti decine di sette, e ne nascono di nuove quotidianamente, come spiega Roberta Grill, presidente del Gris (Gruppo di Ricerca e Informazione socio-religiosa) della diocesi ambrosiana e coordinatrice del Centro di ascolto Sicar di Milano, in via Copernico 5.

Grillo spiega quello che fa da oltre vent’anni assieme al suo gruppo: “Il nostro obiettivo è accogliere, ascoltare, ascoltare, e ancora ascoltare. È la cosa più importante: guarisce le persone. Una persona che è stata annientata nella coscienza con l’ascolto riacquista la propria identità. Ogni anno parliamo con non meno di un centinaio di persone.

Chiamano, vengono, si allontanano, richiamano. Siamo in otto e le seguiamo tutte. Le persone con un disturbo psichico, un bisogno psicologico o psico-religioso ci contattano direttamente. Nel caso delle vittime delle sette o delle psicosette sono i familiari a farlo. L’interessato non può farlo. È irretito. Le sette ti portano via tutto, dai beni all’identità”.

Come spiega poi Luca Bernardo, direttore della Casa pediatrica dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano, le vere e proprie sette, quelle ben organizzate e strutturate, a Milano sono tre: 666 Realtà satanica, Loggia Agape, diventata in seguito Gruppo Prometeo Milano, e Corte di Satana. La prima sarebbe costituita da persone over e under 18.

Ma oggi è soprattutto il web la nuova frontiera del satanismo del terzo millennio. «Le sette – spiega Bernardo – utilizzano molto la Rete e il ‘deep web’ per dialogare con i giovani. Questo ha fatto cambiare i meccanismi. Una volta era la setta che andava in cerca di adepti. Oggi è il contrario: è il ragazzo che va alla ricerca del satanismo. Per questo oggi è più difficile coglierlo».

Loading...
Potrebbero interessarti

Milano, per evitare l’arresto spacciatore muore di overdose

La paura di finire dietro le sbarre ha avuto il sopravvento, ma…

Perugia, caso di femminicidio nel giorno contro violenza sulle donne

Ogni tre giorni in Italia una donna viene uccisa dal proprio partner…