Sigarette, aumentate le vendite in Italia dopo 10 anni
Fumo, anche quello di terza mano provoca il cancro

Verrà celebrata proprio oggi, domenica 31 maggio, la giornata
mondiale senza tabacco indetta dall’Organizzazione mondiale
della sanità (Oms) nel 2003. E quest’anno, tale giornata ha
come slogan “Stop al commercio illegale dei prodotti del
tabacco” in quanto nel mondo, una sigaretta su dieci fumata, è
illegale in quanto si tratta di prodotti di contrabbando con
prezzi inferiori ed accessibili ad un numero più vasto di persone.

Gli italiani nello specifico sembrano proprio non riuscire a rifiutare la sigaretta nonostante i pericoli cui vanno in contro, e secondo i dati venuti fuori dall’indagine dell’Istituto Superiore di Sanità e del Mario Negri di Milano presentati a Roma, per la prima volta dopo dieci anni le vendite delle sigarette in Itala nel 2014 sono salite con un aumento, nello specifico dello 0,5%. Negli scorsi anni, una valida alternativa al tabacco sembrava essere la sigaretta elettronica ma ecco che quest’ultima, nel 2015, sembra essere sempre meno usata.

“Gli utilizzatori sono passati dal 1,6% del 2014 all’1,1% del 2015 (nel 2013 erano il 4,2%)”. Coloro che la usavano abitualmente nel 2013 erano circa 510 mila persone (l’1% della popolazione), circa 255 mila (lo 0,5%) nel 2014 e circa 350 mila persone (0,7%) nel 2015.Per la prima volta vengono rilevati i dati anche nel mondo dello sport dove un atleta su dieci, con una leggera prevalenza nelle donne, fuma”, sono questi i i dati forniti da Silvio Garattini, Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri.

 

Loading...
Potrebbero interessarti

Il linguaggio si recupera attraverso il midollo spinale

Una scoperta rivoluzionaria che riguarda il linguaggio arriva dalla Fondazione Santa Lucia Irccs…

Effettuato rivoluzionario trapianto di gomito da un cadavere

La medicina sta facendo passi da gigante, anche per quanto riguarda le…