Slovenia: referendum boccia nozze e adozioni gay
Slovenia-referendum-boccia-nozze-e-adozioni-gay

La Slovenia ha detto di nuovo no ai matrimoni e alle adozioni per le coppie gay.

Il referendum ha respinto oggi la legge che regola l’istituto della famiglia: fino ad ora quest’ultima ammetteva le unioni tra persone dello stesso sesso e l’adozione per le coppie omosessuali; Contro questa legge si è espresso il 63,3% del corpo dei votanti, mentre ha votato in maniera favorevole soltanto il 36,7%.

Sono stati in 387mila a dire di no alle unioni gay superando di gran lunga il quorum di 342 mila voti contrari necessari per abrogare la legge; quest’ultima era stata approvata in Parlamento lo scorso marzo con 51 voti favorevoli e 28 contrari; tra i sì i partiti della coalizione governativa e la sinistra, mentre il centrodestra era già contrario.

Poi il 23 marzo partì l’iniziativa civile “Ne va dei bambini” e la storia della legge per l’istituto della famiglia si capovolse nuovamente: si iniziarono a raccogliere le firme per il referendum abrogativo e in poco tempo le sottoscrizioni giunsero a 40 mila.

Oggi, dopo tanti cambiamenti in materia e una divisione dell’opinione pubblica su due fronti opposti, la Slovenia ha deciso che le coppie delle stesso sesso non possono più sposarsi né adottare bambini.

Loading...
Potrebbero interessarti

Viaggio al buio, lo hai mai provato?

Il tempo di partire per le vacanze è arrivato, ma spesso manca…

Negazionisti fanno sempre più proseliti in rete

Oggi potenzialmente, è possibile accedere a qualsiasi informazione si desideri, senza nessun…