The Revenant – Redivivo, solo 3 Oscar per il film di Iñárritu

Eleonora Gitto

Il film di Alejandro González Iñárritu, The Revenant – Redivivo, si presenta alla ottantottesima edizione degli Academy Awards con dodici nomination ma conquista solo tre Oscar.

La storia di Hugh Glass, il cacciatore che lotta per sopravvivere in una natura selvaggia e impervia, già alla 73esima edizione dei Golden Globe Awards, aveva portato a casa tre premi: miglior film drammatico, il miglior regista e miglior attore in un film drammatico.

Agli Oscar 2016 il film ha fatto di nuovo “tris” conquistando le statuette per le categorie Miglior regista, Miglior attore e Miglior fotografia.

Con dodici nomination, quello con Leonardo Di Caprio era il film che si presentava al Dolby Theater di Los Angeles con il maggior numero di candidature.

Oltre alle tre maggiori candidature, c’era anche quella per il miglior attore non protagonista (Tom Hardy) e tante per le eccellenze tecniche: montaggio, trucco, sonoro, effetti speciali, e altre.

Insomma, The Revenant si può tranquillamente definire il film evento di quest’anno.

Liberamente tratto dal romanzo di Michael Punke, il film gode non solo della presenza di attori capaci di interpretazioni straordinarie come Leonardo di Caprio, ma anche delle immagini eccellenti, senza ritocchi o trucchi, di Emmanuel Lubezki.

In più il regista Iñárritu, ancora una volta, mostra la sua grande capacità di saper toccare l’anima degli spettatori.

The Revenant, infatti, si basa su sentimenti fondamentali che non subiscono le ingiurie degli anni: amore paterno, desiderio di vendetta, odio, sete di potere, tradimento, gelosia.

E poi l’istinto di sopravvivenza che fa affrontare un orso gigantesco e respinge la morte a dispetto di tutto e di tutti.

Il tutto è reso ancora più coinvolgente da una natura incontaminata in cui gelo, sangue e paura sono resi ancora più veri da una fotografia autentica.

Indubbiamente, tre Oscar decisamente meritati per quello che è sicuramente uno dei migliori film che abbiamo visto al cinema nell’ultimo anno.

Next Post

Schwarzenegger consola Stallone per l’Oscar sfumato

Anche i duri hanno un cuore: viene questo da pensare quando si apprende la notizia dell’omaggio che Arnold Schwarzenegger ha voluto fare al suo amico, oltre che collega, Sylvester Stallone, che nella notte degli Oscar ha visto sfumare la possibilità di aggiudicarsi la statuetta come miglior attore non protagonista. Stallone, […]