Trattamento alla cheratina: quali rischi?
Trattamento alla cheratina quali rischi

Capelli sani e splendenti grazie all’alimentazione? È possibile ma attenzione a cosa metti in tavola.

Via le tossine per far respirare la chioma

Una dieta equilibrata, varia e sana è fondamentale per mantenere luminosi e in salute i tuoi capelli. Cosa portare in tavola per liberare la chioma dalle tossine? Gli alimenti adatti sono davvero numerosi, è davvero facile prendersi cura della salute dei propri capelli senza rinunciare al gusto. A beneficiarne saranno soprattutto i capelli grassi, quelli soffocati da sebo in eccesso che dà ai capelli uno spiacevole effetto untuoso. Il tè verde è un prezioso alleato, sono almeno due le tazze da consumare ogni giorno per garantire ai capelli e a tutto l’organismo una importante azione antiossidante. Carne, uova e pesce non devono mai mancare, sono ricche di proteine alla base di un capello sano e lucente. Mai sottovalutare il betacarotene: l’organismo lo trasforma in vitamina A, indispensabile per la salute dei capelli. Dove trovarlo? Spazio a frutta e verdura di colore arancio (arance, zucca, carote e così via), oltre che nelle verdure a foglia verde scuro. Azione antiossidante è svolta da tutta la frutta e verdura, soprattutto se di stagione, non dimenticare mai di portare in tavola questi alimenti che possono essere anche protagonisti dei tuoi spuntini. Via libera all’acqua naturale, da consumare fino a due litri al giorno, come consigliano i nutrizionisti. Un beneficio per l’intero organismo. Da non dimenticare la soia, alimento ricco di proteine e minerali capaci di fare la differenza per la salute dei capelli, come: magnesio, potassio, calcio e fosforo.

Quando l’alimentazione non basta

Un corretto regime alimentare, come visto, può davvero fare la differenza ma in alcuni casi non basta. Accade, soprattutto, quando il capello è già compromesso e si presenta particolarmente sfibrato. Cosa fare? È possibile ricorrere ai trattamenti alla cheratina, una strada innovativa che sta dando risultati molto soddisfacenti. Attenzione, però! Come sottolinea anche il portale www.donnafemminile.it, il trattamento alla cheratina se non fatto da mani esperte e persone realmente attente alla salute del capello può avere effetti controproducenti e arrecare danni permanenti alla chioma sottoposta la trattamento. La cheratina, inoltre, viene utilizzata anche per lisciare, in maniera naturale, i capelli crespi, con risultati dall’effetto molto naturale e di lunga durata. Scopriamone insieme qualcosa in più.

Cos’è la cheratina

La cheratina è uno dei principali elementi presenti nella composizione del capello. È una proteina che si trova principalmente nei capelli e nella composizione delle unghie, oltre che nello smalto dei denti. Questa proteina svolge azioni di grande rilievo, ecco alcuni esempi: nella pelle, insieme al collagene, ne garantisce l’elasticità; nei capelli, invece, è la proteina responsabile dell’impermeabilizzazione, della robustezza e della resistenza della struttura del capello. La presenza di adeguate quantità di cheratina nei capelli è visibile a occhio nudo. La chioma, infatti, risulta forte, folta, lucente, in salute: in una parola bella. La cheratina è sintetizzata all’interno delle cellule cheratinocidi, attraverso il legame che viene a crearsi tra una precisa sequenza di amminoacidi. Con il passare degli anni la produzione di cheratina diminuisce, con effetti negativi sulla salute dei capelli.

Il trattamento alla cheratina, ecco in cosa consiste

Ecco, quindi, che una mano importante può arrivare dall’esterno, da trattamenti innovativi che stanno diventando sempre più di moda. Due i risultati che si possono ottenere: rendere lisci i capelli crespi per una durata di circa 2 -3 mesi, dare corpo e volume a capelli fragili, spenti, secchi e sciupati soprattutto in seguito a trattamenti aggressivi come permanente o decolorante. Viene utilizzata come base la cheratina idrolizzata: viene quindi scomposta la proteina in diverse unità attraverso un procedimento chimico. In alcuni casi, per questo è fondamentale affidarsi a professionisti esperti, all’interno del composto viene inserita della formaldeide, un prodotto dannoso per la salute.

Quali i rischi?

In alcuni Paesi i trattamenti alla cheratina, nati in Brasile circa 6 anni fa, sono stati messi al bando perché considerati dannosi per la salute. In realtà, come visto, il rischio è in una errata composizione degli elementi con cui viene effettuato il trattamento. I principali rischi vengono dalla eventuale presenza di formaldeide, l’aldeide, la glutaraldeide, la formalina o il metilen glicole. Elementi in grado di rovinare la salute del capello, la cui presenza, per legge, deve essere indicata sulla etichetta del prodotto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Charlie Gard, L’Osservatore Romano: la mercificazione di una sciagura

Su Charlie Gard interviene L’Osservatore Romano: la mercificazione di una sciagura. Forse…

BPCO, una patologia grave che gli italiani conoscono poco

Certamente non è una patologia rara e poco diffusa, eppure se ne…