Un errore comune che facciamo quando mangiamo gli spaghetti

Secondo la cultura orientale c’è un grosso errore che molti di noi fanno quando si mangiano gli spaghetti.

Pur legando gli spaghetti, così come li conosciamo, al nostro amato Paese, c’è da dire che la storia in realtà li attribuisce al mondo asiatico e proprio in questo periodo in occasione del National Ramen Day, l’esperta di cibo, Bonnie Chung, ha spiegato il modo corretto di mangiare gli spaghetti invogliando sempre più persone a cucinarli a casa.

Così mentre c’è chi, soprattutto all’estero, si ritrova ad ordinarli e qualcuno anche a cucinarli, si viene a scoprire che c’è qualcosa di errato che commettiamo quando li mangiamo.

Per celebrare il National Ramen Day, l’esperta di cibo Bonnie Chung, ha spiegato il modo corretto di mangiarli ed ha evidenziato gli errori che molti fanno, ovviamente secondo la cultura asiatica dove hanno avuto inizialmente origine.

L’esperta Bonnie Chung, spiega che per mangiare i commensali dovrebbero prendere la ciotola con le mani e avvicinarsi al fondo, quindi usando le bacchette, si prende una parte degli spaghetti e si tirano completamente fuori dal sugo.

Si porta poi la bocca in avanti per evitare che schizzi e si coprono le labbra.

Altri errori che le persone fanno, è quello di non utilizzare le bacchette con solo il 13% delle persone che le usano correttamente, mentre il 59% li mangia usando le posate occidentali.

Secondo Bonnie, fondatrice del marchio di cucina casalinga Miso Tasty, ci sono anche alcuni errori che molte persone commettono quando cucinano gli spaghetti a casa.

Bonnie dice: “Gli spaghetti appiccicosi, pastosi e viscidi sono esattamente ciò che vogliamo evitare quando cuciniamo un piatto come il ramen“.

Come in generale per la pasta, gli spaghetti dovrebbero sempre avere quel morso al dente detto “shikoshiko” nella cultura asiatica“.

Ma invece di andare direttamente dalla padella alla tua ciotola, dovresti immediatamente sciacquarli in acqua per rimuovere il residuo di amido, che è ciò che crea quella sensazione appiccicosa“.

Da lì poi, fai risposare i tuoi spaghetti in acqua ghiacciata mentre prepari gli altri ingredienti.

Anche se può sembrare folle mettere gli spaghetti sul ghiaccio, impedisce loro di continuare a scaldarsi e diventare pastosi, quindi poco prima di essere pronti per il servizio, basta riscaldarli per 10 secondi in acqua bollente.

Bonnie spiega: “Gli spaghetti sono un simbolo della vita nella cultura asiatica e mangiarli è considerata un’esperienza molto speciale che dovrebbe essere gustata e apprezzata“.

Ma molti occidentali li associano a un cibo conveniente veloce ed economico e la moderna diffusione di spaghetti istantanei significa che molte persone non hanno mai realmente imparato a cucinarli bene“.

Potrebbero interessarti

Insonnia e depressione: quando si dorme poco il cervello soffre

Se si dorme poco il cervello ne risente: i problemi dell’insonnia e…

Cuore di silicone, nel futuro dei trapianti c’è la stampante 3D

Siamo nel futuro: i ricercatori dell’ETH di Zurigo utilizzando una stampante 3D…