Un vero Jurassic Park potrebbe nascere prima del 2025

Redazione

Presto potrebbe davvero diventare realtà un parco a tema in stile Jurassic Park, la fortunata serie basata sui dinosauri.

Un vero Jurassic Park potrebbe nascere prima del 2025
foto@depositphotos.com

Jurassic Park potrebbe diventare realtà entro il 2025

Il sesto e ultimo capitolo dei film di successo sui dinosauri, Jurassic Park Dominion, uscirà a breve, questa volta la trama potrebbe davvero diventare realtà.

Come riporta il magazine Daily Star, lo scienziato che è stato l’ispirazione per Jurassic Park ha affermato di ritenere che i dinosauri potrebbero tornare entro il 2025.

Il film del 1993 è uno dei più iconici di tutti i tempi e racconta la storia di un paleontologo in tournée in un parco a tema quasi completato su un’isola dell’America centrale.

Ha il compito di proteggere un paio di bambini dopo che un’interruzione di corrente ha causato la liberazione dei dinosauri clonati del parco, con il conseguente caos.

Ovviamente le storie sono del tutto fittizie. Ma il paleontologo che Steven Spielberg ha consultato e assunto come consulente tecnico per il franchise ha affermato che potrebbero potenzialmente diventare una realtà nel prossimo futuro.

Nel 2015 il dottor Jack Horner ha fatto i commenti sul potenziale ritorno delle creature, come riferisce MovieWeb.

Il lavoro di Horner, che è ciò che ha ispirato il dottor Alan Grant nella serie di film di successo, ha rivelato l’aspettativa che la tecnologia potrebbe essere in grado di dare vita ai dinosauri al più tardi entro il 2025.

Per fare ciò, ha pianificato di modificare geneticamente i polli (antenati viventi dei dinosauri) per riattivare i loro tratti ancestrali. In altre parole, falli sembrare spaventosi come fanno in Jurassic Park.

Naturalmente gli uccelli sono dinosauri“, ha spiegato. “Quindi dobbiamo solo aggiustarli in modo che assomiglino un po’ di più a un dinosauro… I dinosauri avevano lunghe code, braccia e mani, e con l’evoluzione hanno perso la coda e le braccia e le mani si sono trasformate in ali“.

In realtà, le ali e le mani non sono così difficili“, ha detto Horner, aggiungendo che un “chickenosauro” è sulla buona strada per diventare realtà. “La coda è il progetto più grande“, ha detto.

Next Post

Perchè le statue egizie sono quasi tutte senza naso

Uno degli interrogativi che si pongono tantissime persone è quello legato alle antiche statue egizie, perchè nella maggior parte dei casi ad esse mancano i nasi, compreso ovviamente anche la Sfinge. La maggior parte delle statue egizie è senza naso Finora, anche tra rinomati archeologi e storici, c’erano molte persone […]
le statue egizie sono quasi tutte senza naso