Usa, ennesimo afroamericano disarmato ucciso dalla polizia

La polizia prova a difendersi, ancora una volta, arrampicandosi troppo spesso sugli specchi, ma ormai nessuno crede più che non vi sia, all’interno del corpo armato americano, almeno un’ala estremista, razzista, che sfoga rabbia e frustrazione sulla popolazione di colore.

L’ultimo caso, solo in ordine di tempo, arriva dall’Alabama, negli Usa, dove un afroamericano disarmato è morto dopo che sei agenti di polizia hanno usato lo spray al peperoncino per immobilizzarlo, perché stava resistendo all’arresto.

Anthony Dewayne, 35 anni, nero, era ricercato dalla polizia per una denuncia di violenze domestiche. Chiamate da un uomo, riferisce la rete Wrbc, che sosteneva fosse armato di pistola (particolare rivelatosi falso), le forze dell’ordine sono accorse sul posto.

I sei agenti sono sotto inchiesta ma resteranno in servizio. Il video registrato dalle telecamere nell’auto della polizia è al vaglio degli inquirenti che stanno esaminando il caso.

Per quanto riguardo lo spray utilizzato dagli agenti, è considerato un’arma non letale, ma in soggetti asmatici può provocare gravi complicazioni respiratorie. Il Los Angeles Times nel 1995 riportava 61 casi di decesso riconducibili all’uso del gas OC.

Next Post

Frase choc sui marò del segretario di Rifondazione comunista

Ognuno è libero di avere la propria opinione ed esprimerla, certo, ma quando si è dei personaggi pubblici, o ancora di più quando si fa il “mestiere” del politico, rappresentando quindi anche chi ha votato, forse si dovrebbe fare più attenzione a quel che si dice, e ai toni con […]