Vaccini, arriva un nuovo monito della Commissione Europea
adolescenti dormono sempre meno per colpa degli smartphone

I vaccini, da quando sono stati scoperti e introdotti in campo medico, hanno salvato milioni di vite e contribuito a far scomparire malattie mortali, prima tra tutte il vaiolo, ma negli ultimi anni il dibattito sulla loro presunta inutilità si è fatto sempre più acceso, e si è creata una vera e propria fronda, denominata “no vax”.

Eppure la vaccinazione è stata definita una delle più grandi scoperte mediche mai fatte dall’uomo, la cui importanza è paragonabile, per impatto sulla salute, alla possibilità di fornire acqua potabile alla popolazione.

Troppo spesso, ormai, ci si dimentica che i vaccini portano con sé, sia al singolo paziente che alla collettività, più benefici di quanti possano essere i rari effetti collaterali, il cui clamore rischia però di mettere in ombra i progressi della ricerca scientifica.

Negli ultimi anni in Italia si è assistito ad un notevole calo delle vaccinazioni in pediatria, fenomeno preoccupante che ha richiamato l’attenzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, e nel nostro Paese dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute.

L’analisi dei dati di copertura vaccinale mostra che, dal 2013, si è osservato un calo progressivo del ricorso a tutti i vaccini, incluso il DTP, con coperture inferiori al 95%, la soglia minima raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms, pdf 24,2 Mb) affinché in una determinata popolazione si proteggano le persone dal contrarre alcune malattie e si interrompa la circolazione dei patogeni, con conseguente protezione dei soggetti che presentano controindicazioni alle vaccinazioni, o su cui la vaccinazione non è efficace.

Vaccini, arriva un nuovo monito della Commissione Europea

Vaccini, arriva un nuovo monito della Commissione Europea

Nel nostro paese alla luce della pubblicazione del decreto-legge 7 giugno 2017 numero 73 recante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” e della successive modifiche in seguito alla discussione parlamentare, sono diventate obbligatorie le vaccinazioni per la frequenza scolastica di bambini e ragazzi di età compresa fra 0 e 16 anni a seconda della coorte di nascita, per proteggere dalle seguenti malattie: difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae tipo b, morbillo, parotite, rosolia e varicella.

il problema però della scarsa copertura vaccinale è però comune purtroppo a tantissimi stati dell’Unione Europea, ed è per questo che in queste ore è tornata ad intervenire sul tema anche la Commissione Europea.

Ad oggi la copertura vaccinale rimane elevata nell’Ue, tuttavia siamo molto preoccupati per l’aumento dello scetticismo sui vaccini“: lo ha dichiarato la portavoce della Commissione europea per la salute, Anca Paduraru. “La vaccinazione è responsabilità degli Stati membri e delle loro autorità“, ha spiegato Paduraru sottolineando “l’importanza dei programmi nella protezione della salute pubblica”.

La Commissione è tuttavia impegnata a rafforzare il sostegno dell’Ue agli sforzi nazionali. Collaboreremo con gli Stati membri per sensibilizzare sull’importanza della vaccinazione e sulle possibili conseguenze della mancata vaccinazione – prosegue Paduraru -. Pertanto, in stretta cooperazione con gli Stati membri attraverso il comitato per la sicurezza sanitaria, che si occupa delle minacce sanitarie transfrontaliere nell’Ue, stiamo lavorando per coordinare la risposta, comprese le attività a sostegno dei loro sforzi in materia di vaccinazione e assistenza tecnica“.

«Ad esempio, possiamo promuovere la condivisione dei dati e lo scambio delle migliori pratiche, fornire supporto tecnico alle campagne nazionali di comunicazione sanitaria e persino agevolare strumenti e pareri scientifici», ha chiosato la portavoce.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Meduse, la Vespa di Mare può uccidere in pochi minuti

I nostri mari sono abitati da milioni di microrganismi ed animali differenti,…

Salmonella latte in polvere ritirato dagli scaffali

E’ definita tecnicamente un’intossicazione causata dal batterio della salmonella, ovvero il Salmonella…

Brasile, governo stanzia fondi per il vaccino contro virus Zika

In Brasile sta diventando una vera e propria emergenza, con sempre più…

Un tumore su quattro guarisce

Aumentano i casi di tumore ma allo stesso tempo aumentano le percentuali…