Vladimir Luxuria apprezza l’idea di un trono gay a Uomini e Donne

La notizia ve l’avevamo data anche noi una manciata di giorni fa: abituata a cogliere i fermenti che attraversano la società e a precorrere tempi e tendenze, Maria De Filippi aveva annunciato che dal prossimo settembre nel suo programma di maggior successo, Uomini e Donne, avrebbe trovato posto anche un trono gay.

La De Filippi aveva già raccontato storie di amori omosessuali a C’è Posta per te, riscuotendo un enorme successo di pubblico e tantissimi apprezzamenti, e quindi nella prossima stagione ha intenzione di dar spazio anche a un/a  tronista omosessuale.

La notizia ha fatto scalpore e ha detto la sua anche una dei transessuali più famosi d’Italia, Vladimir Luxuria.

In un’intervista a Radio Cusano Campus ha dichiarato: “Il trono gay è una idea positiva, perché non tutti vedono trasmissioni colte o leggono giornali impegnati, ci sono anche persone che vedono trasmissioni d’intrattenimento e bisogna dare modo anche alle zie, alle nonne e alle mamme di gay che non vedono altre trasmissioni di poter capire la normalità e a volte anche la banalità dei sentimenti, anche attraverso trasmissioni popolari”.

“Ho visto già una puntata di C’è Posta Per Te in cui Maria De Filippi ha trattato il caso di una coppia gay e lo ha fatto con professionalità, senza morbosità, trattando l’amore tra due persone come tutti gli altri sentimenti” ha aggiunto l’ex parlamentare.

Luxuria è molto sicura che i telespettatori accoglieranno, in maniera positiva, l’inedita proposta Mediaset: “Secondo me il trono gay sarà un vero successo e il successo sarà dato proprio dalla forza dei sentimenti, se poi Maria ci mette un bel fusto tutto muscoli diventerà anche l’idolo delle donne!”.

Next Post

Capsula ''navigante'' contro le malattie vascolari

Una capsula in grado di “viaggiare” nel flusso vascolare, attaccando le placche aterosclerotiche che si formano nei vasi sanguigni, questo è quello che fa MicroVast. MicroVast è il frutto di uno progetto messo a punto dall’Istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna di Pisa, in collaborazione con Cnr e Univeristà di […]