60 cubi con iscrizioni misteriosi trovati da un pescatore

Redazione

Si chiama Will Read, un pescatore che utilizza i magneti e che ha ritrovato dei cubi con stranissime incisioni.

Will Read, il pescatore di magneti 38enne di Finham, ha trovato i “blocchi di piombo” mentre setacciava acque poco profonde a Coventry. Will con i suoi figli stava cercando oggetti ferromagnetici disponibili grazie ad un forte magnete al neodimio.

Quando i cubi sono emersi per la prima volta, il 38enne di Finham, ha creduto che i cubi fossero solo frammenti di detriti non identificati che sporcano il fondo del fiume Sowe a South Coventry.

Tuttavia, non appena lui e i suoi due figli Jackson, 5 e Benjamin, 7, hanno osservato più da vicino, sono riusciti a notare le incisioni precise sulle facce dei cubi, così come riporta CoventryLive.

Dopo essere tornati a casa, ripuliti i cubetti e asciugati, Will ha accettato di pubblicare alcune foto su Facebook e Reddit, chiedendosi se qualcuno potesse fornire alcune informazioni al riguardo.

All’inizio, le risposte erano numerose, ma dettate principalmente dall’immaginazione della gente. Alla fine, però, il consenso generale sembra essere legato ad un origine indiana e usati per la preghiera o il rituale che li porta a essere gettati nell’acqua corrente.

Quello che ho imparato è che sono di origine indiana e mostrano incantesimi per preghiere che hanno effetto quando vengono gettati in acqua“, ha detto Will.

A parte una faccia diversa su un lato, tutti i cubi sono identici, probabilmente perché contengono una formula numerica per evocare la protezione di Rahu, descritta dal sito web di Astrologia di Shrivinayaka come un pianeta con poteri simili a Dio.

Tuttavia, il mistero è tutt’altro che completo, perché nessuno è stato in grado di fissare una data precisa per gli oggetti o spiegare perché così tanti sarebbero finiti per essere scaricati in un fiume così calmo a Coventry.

Will ha poi precisato: “Nessuno può spiegare perché ci sono così tanti di questi cubi in un unico posto. È incredibilmente insolito averne trovati così tanti ”.

Next Post

Il libro simulazione aveva previsto l'inizio della fine nel 2020

La fine del mondo era prevista per il 2020, a seguito di una “catastrofe globale” provocata da una crescita economica illimitata da parte delle superpotenze globali, secondo un libro scritto quasi 50 anni fa. The Limit to Growth è stato pubblicato nel 1972, sulla base di una simulazione al computer della crescita […]
Il libro simulazione aveva previsto inizio della fine nel 2020