Addio a George Martin, produttore e quinto Beatle

La grandezza di una band è data dalla bravura dei suoi componenti, certo, ma anche dalla lungimiranza di chi li dirige, ed è per questo che il produttore George Martin è sempre stato considerato il “quinto Beatle”.

Ed è proprio a lui che in queste ore dobbiamo dire addio: a 90 anni si è spento colui che ha prodotto la stragrande maggioranza del repertorio musicale della storica band. Le cause della sua scomparsa non sono state rese note al pubblico.

Il mondo è venuto a conoscenza della notizia attraverso l’annuncio di alcuni amici, attraverso dei post pubblicati sui social.

Su Twitter Ringo Starr ha scritto “Dio benedica George, che riposi in pace, con amore a Judy e alla sua famiglia, Ringo e Barbara”. Poi ha postato una foto di loro cinque insieme con il commento “Grazie per tutto l’amore e la gentilezza George, pace e amore”.

Il produttore non solo aveva fatto firmare ai Beatles il loro primo contratto musicale nel 1962, ma lavorò con loro nei successivi otto anni seguendo la composizione della maggior parte dei loro capolavori, da Love Me Do al capolavoro di Abbey Road.

Il suo sodalizio con The Beatles è innegabile ma la lunga carriera di Sir George comprende la produzione di oltre 700 dischi che vanno dal comico Spike Miliigan a Ella Fitzgerald, dandogli il pieno diritto di essere collocato nel pantheon dei più influenti produttori della storia, con Phil Spector, Quincy Jones o Tom Dowd.

“Sono molto addolorato di apprendere la scomparsa di George Martin. Era un vero gentiluomo e per me è stato come un secondo padre. Ho tantissimi meravigliosi ricordi di questo grande uomo che sarà con me per sempre” lo ha salutato Paul McCartney.

Loading...
Potrebbero interessarti

La pornostar Lorelei Lee scrive una lettera al New York Times

Lorelei Lee, la pornostar che ha scelto il nome del personaggio di…

Dakota Johnson e Jamie Dornan sono i peggiori attori del 2015

Sono appena stati assegnati gli Oscar, tra conferme e anche qualche sorpresa…