Aids, sai come si trasmette realmente
Aids sai come si trasmette realmente

Anche se oggi se ne parla molto meno rispetto a qualche anno fa, quando addirittura si temeva potesse diventare una pandemia, l’Aids è comunque una sindrome che continua a dilagare, soprattutto tra i giovani.

Gran parte della colpa è da imputare alla cattiva informazione che circola, o alla completa ignoranza del virus che genera la malattia, che non si sa con precisione neppure come si trasmette.

E allora vediamo insieme: quali sono le modalità di trasmissione del virus dell’Hiv, che poi si tramuta nella sua forma conclamata in Aids?

Inutile tenere alla larga coloro che sono “infetti”: il virus infatti non si trasmette affatto col contatto fisico, con la stretta di mano, col respiro e neppure con i microbi di eventuali starnuti o colpi di tosse.

La modalità principe è sicuramente quella dei rapporti sessuali vaginali, anali e oro-genitali non protetti da profilattico o con uso non adeguato dello stesso.

Il contagio può poi avvenire con il sangue e i suoi derivati, attraverso lo scambio di siringhe contaminate, attraverso un contatto diretto tra ferite cutanee profonde, aperte e sanguinanti e attraverso trasfusioni di sangue infetto.

Nel caso di donne sieropositive, purtroppo esiste anche il contagio “verticale” da madre a neonato durante la gravidanza, al momento del parto e, più raramente, attraverso l’allattamento al seno, anche se oggi è possibile ridurre il rischio di trasmissione verticale se viene somministrata la terapia antiretrovirale alla madre durante la gravidanza e al neonato nelle prime 4/6 settimane di vita.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gravidanza, da embrioni malati nati bimbi sani

Ennesima prova di come in Italia ci siano delle eccellenze mediche uniche…

Depressione, patologia invalidante possibile richiedere Legge 104

Per anni considerato male oscuro, difficile da diagnosticare e da curare, sottovalutato…