Alba Parietti, parole al veleno contro Ballando con le Stelle

Se l’esperienza su Rai Uno, a Ballando con le Stelle, doveva aiutarla ad uscire dall’oblio in cui stava cadendo, non solo il risultato non è stato raggiunto, ma addirittura, a quanto pare, l’esperienza è stata molto più orribile del previsto.

Solo un paio di settimane fa, attraverso i social, Alba Parietti aveva lanciato un appello per essere aiutata a fronteggiare le accuse di Selvaggia Lucarelli e del suo fidanzato, che l’avrebbero querelata e avrebbero chiesto un risarcimento di 180mila euro di danni per diffamazione.

“Chiedo ai miei amici e sostenitori di fornirmi materiale inerente a carteggi e pubblicazioni fb di quel periodo” si legge nel post della Parietti. “In 35 anni di carriera – prosegue la showgirl – non mi era mai accaduto di prendermi offese personali per 10 puntate e poi avere dalla persona in questione anche una richiesta danni”. Al post in questione ne segue un altro, in cui la Parietti si sfoga ancora: “Vi garantisco, sopravvivere a questo mondo per 35 anni senza “aiuti” o protezioni a mobbing ad epurazioni e cattiverie è stato il lavoro più duro che ho fatto e il motivo per cui davvero merito tantissimo rispetto”.

Alba, in queste ore, è tornata nuovamente a parlare del programma, e stavolta se l’è presa addirittura con la padrona di casa.

Dalle colonne del settimanale Chi, la Parietti si rivolge alla conduttrice del programma del sabato sera, rea a suo parere di non averla trattata in modo adeguato, oltre che non essere stata equa: “A “Ballando con le stelle” mi sono sentita usata e messa da parte, ho avuto poca considerazione umana da alcune componenti del programma. Ho dato tantissimo, sapendo quale fosse la mia parte in commedia, ho accettato le polemiche pretestuose e ingiuste che non riguardavano il ballo, ho fatto i picchi d’ascolto e mi sono scontrata con Selvaggia Lucarelli”.

“Ma, quando la Lucarelli ha fatto l’offesa, minacciando di saltare la finale se ci fossi stata io, Milly Carlucci ha registrato un video di scuse pubbliche che era fuori luogo, perché chiedere scusa a lei voleva dire voltare la spalle a me. E Milly non ha avuto la stessa premura quando la Lucarelli, davanti a milioni di telespettatori, mi ha detto: ‘In virtù delle mie polemiche io sono qui, mentre tu balli, forse me la sono giocata meglio, dicendo in pratica che andare a Ballando come concorrenti è da sfigati, mentre essere in giuria è un titolo onorifico. Ha umiliato chi accetta di partecipare alla gara, ma leggo che l’hanno confermata, quindi ha ragione lei”, ha aggiunto.

Infine un riferimento proprio alla querela ricevuta dalla nemica: “La questione andrebbe discussa dal parrucchiere e non in Tribunale perché, come cantava De André, è una storia di periferia, una storia per parrucchieri. Una che fa la ‘polemista’ non può querelare chi le risponde a tono, è come se Mike Tyson denunciasse un avversario dopo aver preso due cazzotti”.

Next Post

Bruce Springsteen si dà al teatro e debutta a Broadway

Non è mai troppo tardi per seguire le proprie passioni o per cercare una nuova strada, anche se quella che si percorre è a dir poco di successo e ha già donato fama e consensi planetari. E non ha paura neppure delle critiche e di un possibile flop Bruce Springsteen: […]