Alcol, aumenta il rischio di emorragia cerebrale

Redazione

Bere fino a quattro bicchieri di alcol al giorno aumenta di cinque volte il rischio di emorragia cerebrale.

Alcol aumenta il rischio di emorragia cerebrale

Chiunque beva grandi quantità di alcol ha un rischio notevolmente maggiore di soffrire di emorragia cerebrale, la forma più mortale di ictus. Risulta da una nuova dissertazione dell’Università di Umeå. Quattro bicchieri standard di alcol al giorno aumentano il rischio cinque volte, rispetto a chi beve poco o per niente.

È noto da tempo che un elevato consumo di alcol aumenta il rischio di emorragia cerebrale. D’altra parte, non è chiaro quanto sia grande l’aumento del rischio, poiché spesso si è fatto riferimento all’autovalutazione per scoprire quanto bevevano i soggetti.

Kristina Johansson, dottoranda presso l’Università di Umeå e specialista in medicina interna, ha invece utilizzato un biomarcatore chiamato fosfatidiletanolo per determinare quanto una persona ha bevuto nelle settimane precedenti il ​​prelievo del campione di sangue.

Utilizzando biomarcatori nel sangue, è possibile prevedere il rischio di emorragia cerebrale in modo più preciso rispetto ai metodi tradizionali. Ciò rende più facile trovare persone con un rischio particolarmente elevato di poter lavorare in modo preventivo, afferma Kristina Johansson, in un comunicato stampa.

I risultati sono promettenti. Sono necessarie ulteriori ricerche prima di sapere se le persone con fosfatidiletanolo elevato possono influire sul rischio di emorragia cerebrale modificando il consumo di alcol.

Ma possiamo già dire così tanto che le persone che bevono quattro bicchieri o più al giorno hanno un rischio notevolmente maggiore di emorragia cerebrale.

Next Post

Musica classica, ottima per ridurre gli stati d'ansia

Ridurre l’ansia grazie alla musica, in particolar modo alla musica classica, questi i risultati di uno studio Un team internazionale di scienziati ha scoperto che la musica classica allevia l’ansia causata dall’attuale isolamento sociale. L’isolamento, soprattutto in questo particolare momento storico, porta molto spesso a stati d’ansia. Ricercatori provenienti da […]
Musica classica ottima per ridurre ansia