Anonymous viola centinaia di account dell’Isis

Redazione

Il gruppo di pirati informatici spegne centinaia di account che fanno riferimento all’Isis.

Un virus da estirpare per Anonymous quello dei terroristi che stanno seminando morte passando da un’esecuzione ad un atto terroristico.

“Sarete trattati come un virus, e noi siamo la cura” è così che recita il video pubblicato due giorni fa. La campagna dei senza volto per spegnere la galassia jihadista sul web è partita dopo la strage a Parigi di Charlie Hebdo e prosegue giorno dopo giorno.

Ma il movimento di Anonymous non si ferma solo allo spegnimento dei siti e dei profili social ma, in più, rende pubblici  indirizzi ip e web della galassia jihadista.

L’allarme nei confronti dei terroristi resta alto la Polizia italiana dal canto suo ha provveduto negli ultimi quindici giorni ad oscurare circa una ventina di siti. Quattrocento quelli che da tempo sono sotto osservazione da parte delle forze dell’ordine italiane.

Next Post

Metti il cuore al centro

Parte da oggi e durerà fino a domenica 15 febbraio la settimana della salute del cuore con la campagna “Cardiologie aperte”. Da nord al sud del paese i cittadini potranno usufruire di medici specialisti per fare il punto sulla propria salute cardiaca. L’obiettivo della campagna è quello di sensibilizzare la […]