Atlantico: chi ci viaggia sopra è esposto a radiazioni?

Redazione

I passeggeri dei voli commerciali non sono esposti a un aumento delle radiazioni mentre viaggiano ad altitudine di crociera nell’Atlantico meridionale, dove viene registrata una misteriosa anomalia magnetica.

Atlantico chi ci viaggia sopra esposto a radiazioni
foto@Flickr

La SAA (South Atlantic Anomaly) si trova al largo delle coste del Brasile. È causato dallo spostamento dell’asse del campo magnetico terrestre, che non passa direttamente attraverso il centro della Terra. Di conseguenza, la fascia di radiazioni interna di Van Allen nella regione dell’Atlantico meridionale si estende particolarmente vicino alla Terra.

Ciò porta ad un aumento dei livelli di radiazione nello spazio vicino alla Terra , sede della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), nella regione. La vita sulla Terra è generalmente protetta dalle radiazioni cosmiche sia dal suo campo magnetico che dalla sua atmosfera, ma questo effetto protettivo diminuisce con l’aumentare dell’altitudine.

Nessuna ulteriore esposizione alle radiazioni potrebbe essere rilevata per i voli commerciali che viaggiano attraverso la regione geografica dell’Anomalia del Sud Atlantico. Ciò è stato confermato dalle nostre analisi preliminari“, ha affermato in una nota Matthias M. Meier del DLR Institute for Aerospace Medicine di Colonia. “Ad altitudini di crociera fino a 13 chilometri, il SAA non ha alcun impatto sull’esposizione alle radiazioni in condizioni meteorologiche spaziali stabili“, ha aggiunto.

Il team DLR è stato in grado di verificare i calcoli del proprio modello a bordo di un Lufthansa Airbus A350-900 e di aggiungere ai risultati dei precedenti voli di misurazione. L’aereo di linea ha attraversato l’intera regione geografica della SAA ad un’altitudine costante di circa 13 chilometri. Gli strumenti di misura avevano i propri posti nella fila 15 dell’aereo. Sono stati installati vicino al centro di gravità dell’Airbus per ridurre al minimo gli effetti della turbolenza.

I risultati delle misurazioni sono particolarmente significativi a causa dell’attuale bassa influenza della meteorologia spaziale generata dal Sole. Al momento, i livelli di attività solare sono molto bassi; ci sono pochissime macchie solari, per esempio.

L’attività solare è il motore che aziona il vento solare , che ha un impatto significativo sulla quantità di particelle energetiche dalla galassia che raggiungono la Terra“, ha spiegato Meier, a capo dell’Aviation Radiation Protection Group dell’istituto.

Da un lato, questo significa che l’impatto della radiazione cosmica galattica è relativamente intensa in questo momento. D’altra parte, significa che le condizioni meteorologiche spaziali sono molto stabili e che il campo magnetico terrestre e le fasce di radiazione non sono significativamente influenzate dal Sole.

Next Post

Non riesci a dormire? Dallo yoga alle tecniche militari

L’insonnia è uno dei peggiori disturbi del sonno. L’insonnia colpisce dal 15 al 30% della popolazione mondiale. Proprio di recente, le forze armate statunitensi hanno condiviso una pratica insolita che aiuta ad addormentarsi in 10 secondi. Il metodo militare americano condiviso si basa tutto su alcuni punti principali che, secondo […]
Non riesci a dormire Dallo yoga alle tecniche militari