Calibro: non si riferisce solo alle pistole lo sapevi

Redazione

Quante volte abbiamo sentito parlare di “calibro”?

Tante, e se secondo la definizione che ne dà il dizionario non è altro che il diametro interno o esterno di un tubo, il termine è impiegato nella maggior parte dei casi per le armi da fuoco e indica il diametro interno della canna, misurato al netto dei pieni della rigatura o il diametro dell’anima nel caso di canne lisce.

Ma il calibro serve anche a chi non deve maneggiare una pistola: come è possibile?

Il calibro è infatti uno strumento di misura della lunghezza, adatto a misurare con precisione del decimo, del ventesimo, del cinquantesimo e del centesimo di millimetro la larghezza di un oggetto.

Se dobbiamo acquistare un paio di occhiali ad esempio, ci serve proprio il calibro: si tratta di tre valori numerici che definiscono la forma e la taglia degli occhiali, e che possono tornare molto utili quando si acquista una montatura e non si ha modo di provarla di persona.

Il valore del calibro occhiali è espresso in millimetri e determina la grandezza della lente, quindi la dimensione finale della montatura.

Le misure di calibro, ponte e aste sono impresse all’interno delle aste degli occhiali.

Next Post

Volete sedurre poi vi lamentate delle conseguenze, il tweet scatena le critiche

Il tweet di una scrittrice ha fatto il giro del web provocando quasi uno scandalo tra gli utenti che hanno risposto a migliaia. Il doppio tweet legato alla femminilità delle donne e alla gravidanza, è diventato virale tanto da ricevere centinaia di commenti e indignare non poche persone in rete. […]
Volete sedurre poi vi lamentate delle conseguenze il tweet diventa virale