Celebrità: curiosità e leggende metropolitane di Hollywood

E’ naturale che sulle star di Hollywood, e non solo, se ne siano dette di cotte e di crude e spesso si sono create vere e proprie leggende metropolitane.

Ma qual è la realtà? Scopriamola insieme grazie ad alcune rivelazioni fatte dal magazine RadarOnline che ci aiuta a smascherare molte leggende metropolitane legate a star della musica e dello spettacolo, partendo ad esempio dal mitico Walt Disney.

Walt Disney morì nel 1966 e da allora nacque una leggenda metropolitana viva ancora tutt’oggi, all’atto della morte infatti, si disse che Disney volle essere congelato per poter poi essere risvegliato quando la tecnologia avesse avuto la possibilità di riportarlo in vita, ovviamente la storia è falsa visto che il grande imprenditore e produttore hollywoodiano morì nel 1966, periodo in cui nessun tipo di tecnologia avrebbe potuto “ibernare” anche un grande uomo d’affari come lui.

E’ vero che Sylvester Stallone ha cominciato con film per adulti? In parte si, l’attore italo americano ha cominciato con un film soft-core nel 1970 e il nome della pellicola fu successivamente modificato in “stallone italiano” per richiamare il successo del ben più noto Rocky.

Altra leggenda metropolitana che è viva ancora ai giorni nostri è legata al re del rock n’ roll, Elvis Presley secondo milioni di fan e teorici delle cospirazioni, sarebbe ancora vivo, inutile dire che ad oggi, nonostante le migliaia di presunti avvistamenti, si tratta solo di una leggenda metropolitana.

L’incredibile episodio legato al noto attore Richard Gere, negli Stati Uniti infatti è girata per tantissimo tempo una leggenda metropolitana che voleva fosse stato trovato un “gerbillo” (una sorta di piccolissimo roditore) nel retto dell’attore durante una radiografia, il tutto poi sarebbe stato legato a pratiche “sessuali”, ovviamente anche in questo caso si trattava di un evidente falso.

Altra nota leggenda metropolitana, che fa discutere ancora oggi, è quella legata alla morte di Paul McCartney, il bassista e cantante dei Beatles sarebbe morto in un incidente nel 1966 e sostituito da un nuovo componente del gruppo che ricalcava i suoi connotati estetici, ovviamente a tutt’oggi non ci sono mai state prove e questa resta una leggenda metropolitana.

Sui Led Zeppelin resta ancora oggi il mistero di Stayrway to Heaven, secondo tantissimi appassionati e studiosi, il brano è ricco di messaggi satanici che possono essere ascoltati in determinati punti riproducendo il contenuto al contrario, ovviamente il gruppo ha sempre smentito.

La cantante dei Mamas & Papas, Cass Elliot, è vittima di una leggenda metropolitana secondo la quale sarebbe morta per soffocamento mangiando un panino al prosciutto, in realtà la cantante morì si, durante il pasto, ma il referto medico chiarì che si trattava di infarto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mariah Carey quasi esplode il corpetto sul palco!

Se ancora qualcuno non l’avesse capito o non l’avesse visto, Mariah Carey…

Maurizio Cattelan, il suo Hitler venduto per 17 milioni

La scultura è provocatoria ed ha già fatto discutere tanto, ma è…