Coldplay, cresce l’attesa per i due live di San Siro

Nemmeno il tempo di smaltire l’euforia per il mega concerto che ieri sera ha acceso Modena, che già l’attenzione e l’attesa si è spostata a Milano, dove tra una manciata di ore i Coldplay andranno in scena con due live che si preannunciano imperdibili.

Del resto da anni sono ormai una delle band più acclamate ed ogni loro tour è un evento, ragion per cui sono migliaia i fans che fremono nell’attesa delle due date del 3 e 4 luglio a San Siro.

La band di Chris Martin con l’ultimo “Head full of dreams” sta girando il mondo da oltre un anno e le quattro date sold out allo stadio di Wembley, con il plauso di tutta la critica inglese, mostrano di che pasta sono fatti. Ora la band arriva in Italia e i tre palchi diversi grazie ai quali i Coldplay interagiranno con il pubblico permettono uno spettacolo pazzesco.

Per il tour «A Head Full of Dreams» Chris Martin e compagni hanno addirittura lanciato un appello sul loro sito ufficiale: «Se c’è una canzone dei Coldplay che di solito la band non suona, fateci una richiesta, potremmo suonarla».

Il concerto è il più bramato e controverso dell’anno: «È molto facile essere misteriosi, ma molto difficile comunicare la verità. È un’arma a doppio taglio. Ma a noi non fa paura – spiega il cantante. – a volte temo che sul palco le cose possano non andare come vorrei, e la cosa m’inquieta, ma non mi spaventa; perché sono fatalista e, se accadesse per davvero, me ne farei una ragione dicendo che è destino. A farmi realmente paura, sarebbe salire sul palco senza sapere cosa sto facendo».

Quanto alle loro canzoni, l’ultimo disco prende gran parte della scaletta, anche se ormai ci sono classici imperdibili a ogni concerto. Tra questi: Viva la vida, Fix you, Up & up, Hymn for the weekend, In my place, Parachutes, A rush of blood to the head.

Con lo stadio già tutto esaurito, e dimenticate le polemiche legate al fenomeno del secondary ticket, i Coldplay accontenteranno tutti e offriranno il meglio della loro discografia.

Next Post

Unicef Colera nello Yemen: catastrofe biblica

E’ stata definita come una catastrofe di proporzioni bibliche quella che si sta consumando nello Yemen, la denuncia arriva direttamente dal Fondo della Nazioni Unite per l’infanzia ovvero l’Unicef, un argomento che pare non interessare ai più e alla maggior parte dell’opinione pubblica, non ci tocca personalmente dunque è di […]
Colera nello Yemen, l'Unicef e la catastrofe di proporzioni bibliche