Creata una trachea con una stampante 3D

Redazione

Le nuove tecnologie al servizio della salute umana. I ricercatori di New York hanno sperimentato la riproduzione di un pezzo di trachea con una stampante 3 D.  Una novità assoluta che potrebbe da qui a qualche anno aprire la strada ad intere trachee riprodotte con l’ausilio delle stampanti 3 D.

Le trachee o i pezzi di cartilagine realizzati con le cellule dell’uomo saranno indispensabili in caso di tumori o malattie congenite.

Dagli esperimenti fatti dai ricercatori di New York e’ emerso che le cellule stampate “non solo sono sopravvissute al processo, ma hanno continuato a dividersi mostrando tutte le caratteristiche di quelle di una trachea normale”.  I mesi che seguiranno saranno di ricerca a tutto campo. Mesi in cui gli studiosi proveranno le sperimentazioni direttamente sull’uomo.  Dopo il naso artificiale per sentire gli odori  ad iniziare  dai cibi scaduti adesso è la volta dei pezzi di trachea realizzati con cellule e cartilagene umana.

Next Post

La pizza patrimonio dell'umanità

Una petizione on line che ha già toccato quota 200 mila firme chiede di inserire tra i beni dell’Unesco la pizza napoletana. Politici e protagonisti dello spettacolo in prima linea.  A lanciare la petizione è stato l’ex ministro Alfonso Pecoraro Scanio a sostenerlo volti noti e tre ministri dell’attuale governo […]