La pizza patrimonio dell’umanità

Redazione

Una petizione on line che ha già toccato quota 200 mila firme chiede di inserire tra i beni dell’Unesco la pizza napoletana. Politici e protagonisti dello spettacolo in prima linea.  A lanciare la petizione è stato l’ex ministro Alfonso Pecoraro Scanio a sostenerlo volti noti e tre ministri dell’attuale governo Renzi, il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti.

Tra i vip che hanno sposato la battaglia della Coldiretti e della fondazione di Pecoraro Scanio:  Gabriele Muccino, Renzo Arbore, Luciana Littizzetto, Ilary Blasy, Jimmy Ghione, Eugenio Bennato e Giorgio Panariello. Tra gli sportivi i calciatori Totò di Natale, Fabio Quagliarella e tutta la squadra del Pisa calcio.

Un riconoscimento quello chiesto che punta anche a tutelare la qualità dell’alimento più amato dai napoletani e non solo  “l’Italia – ha sottolineato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo-  è il Paese dove più radicata è la cultura alimentare di questo prodotto. La pizza rappresenta un simbolo dell’identità nazionale”.

Next Post

Grecia basta con l'austerità

A pochi giorni dalle elezioni in Grecia che hanno portato alla vittoria il giovane presidente Tsipras , il neo ministro delle Finanze Yanis Varoufakis  ha iniziato una serie di incontri volti a migliorare la situazione economica del paese. Il ministro greco Varoufakis,  ha ribadito di non avere “alcuna intenzione” di […]