Diabete, ecco perchè non sai di averlo

Più volte abbiamo avuto modo di parlare di diabete, di questa patologia che è ormai la piaga del millennio, con milioni di persone che ne soffrono in tutto il mondo, e che soprattutto è figlia del suo tempo, dato che nella stragrande maggioranza dei casi dipende da stili di vita errati ed alimentazione sbagliata.

Dì per se non è una malattia mortale, dato che può essere controllata attraverso l’alimentazione e l’assunzione di insulina, ma senza dubbio va a interferire con altre patologie, aggravandole e compromettendo il benessere generale dell’organismo.

Ma la cosa peggiore è che, nonostante le campagne di prevenzione e di informazione, tanti sono diabetici e neppure lo sanno o se ne curano.

In Italia, ad esempio, i pazienti negli ultimi 30 anni sono più che raddoppiati, ma un italiano su 60 non sa di soffrirne e 3 su 10 hanno già complicanze.

È quanto emerso al Meeting Salute di Rimini dall’incontro ‘Parliamo di diabete’, che ha riunito diabetologi, esperti e associazioni.

«Si infoltiscono sempre più le fila dei casi italiani di diabete che nel 1985 erano circa 1 milione e mezzo e che oggi hanno raggiunto i 5 milioni (dati Sid, Società italiana di diabetologia) – evidenziano gli esperti – Un dato esponenziale destinato a crescere, che non si sta rivelando indicatore di un processo di prevenzione e individuazione di persone con diabete, visto che non conteggia il milione di italiani che non sanno di essere già malati».

“I numeri dello studio devono contribuire a estendere il “sospetto” che proprio 1 paziente su 60 che si rivolge a noi è una sicura diagnosi precoce di diabete. Abbiamo strumenti e strutture in grado di poter intervenire in tempo più che utile – spiega il relatore del Meeting Walter Marrocco, Responsabile Scientifico della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale – e accompagnare il paziente fin da subito nel difficile e lungo percorso che il diabete comporta; indubbiamente è tuttavia auspicabile un maggior riconoscimento e continuo sostegno da parte delle Istituzioni”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Un errore comune che facciamo quando mangiamo gli spaghetti

Secondo la cultura orientale c’è un grosso errore che molti di noi…

Schizofrenia, può influire la carenza di Vitamina D?

Termine spesso usato impropriamente anche come impropero, la parola “schizofrenia” deriva dal…