Salute

Cristiano Ronaldo quale dieta per assomigliare a lui?

dieta cristiano ronaldo

Secondo l’esperto di fitness e fondatore di AreTheyOnSteriods, intervistato dal Daily Star Online: “Avere il fisico di Cristiano Ronaldo potrebbe richiedere anni per raggiungere un ‘ectomorfo’  (una persona con una corporatura esile) poiché è un mesomorfo (una persona con una corporatura muscolare) e costruire massa muscolare richiede tempo quando lo si fa naturalmente“. Tuttavia” rivela lo specialista “Se sei un endomorfo (una persona con una corporatura più grande) e hai una buona quantità di massa muscolare sotto il grasso, ci vorranno solo alcuni mesi di dieta per assomigliare a Ronaldo. Questo perché in pochi mesi è possibile bruciare una quantità significativa di grasso mantenendo la massa muscolare“.

C’è chi si affida alla dieta detox, per depurare l’organismo e perdere il fastidioso gonfiore che spesso nasconde la zona dell’addome definita dopo un duro anno in palestra e chi cerca su internet i più svariati regimi, assolutamente sbilanciati e dannosi a lungo andare, ma ritenuti miracolosi per perdere qualche etto nell’immediato.

E allora visto che Cristiano Ronaldo, giocatore neo acquisto della Juventus, a 33 anni ha un fisico scolpito e una prestanza atletica che pochi uomini, sul campo ed anche fuori dal campo, possono vantare, perché non affidarsi al regime alimentare che segue il campione?

Del resto, l’ex attaccante del Real Madrid, cinque volte Pallone d’Oro, ha mostrato più volte sui social i suoi pranzi e le sue cene, e non è certo un segreto che segua un’alimentazione molto sana ed equilibrata, a tratti quasi maniacale.

Cristiano Ronaldo fa 6 piccoli pasti al giorno, uno a distanza di 3-4 ore dall’altro per mantenere il metabolismo sempre attivo nonché conservare energia sufficiente ad ogni allenamento.

Tesi cara ai nutrizionisti e ribadita a Business Insider dallo chef della Nazionale portoghese, Luis Lavrador, votato finora alle richieste specifiche dell’uomo dei record a partire dalla colazione: nutrimento salato a base di uova o toast con prosciutto, formaggi magri e spremute di agrumi.

All’ora di pranzo il menù prevede insalata con pollo cotto e pochissimo pane eccezion fatta per le sfide pomeridiane, quando per avere la massima forma l’alimentazione include carboidrati, pasta integrale  e frutta.

Per la cena via libera a fibre, proteine e vitamine, quindi si spazia dalla frutta al pollo fino al riso e ai fagioli. Non è raro avvistarlo al ristorante a mangiare la classica bistecca o carne alla griglia accompagnata dall’immancabile insalata, pietanza alternata al tonno oppure un contorno di calamari.

Per combattere i morsi della fame durante la giornata il calciatore mangia spesso frutta secca e frullati proteici, ma anche spremute d’arancia, succhi di ananas, pera o mela.

Ma non transige su alcune regole fondamentali: bere almeno due litri di acqua al giorno e dormire 8 ore a notte.

Ronaldo non beve alcol ed evita tutti i cibi trattati e le bevande zuccherate che possono essere estremamente dannosi per il suo stato fisico, come proprio il bomber svelò tempo fa: “Evito tutto quello che può essere dannoso per il mio corpo, come l’alcol e le bevande zuccherate e i cibi trattati . Mangio sano, frutta, verdura, cereali e proteine”.

A quanto pare, l’unico vizio di Ronaldo è il baccalà alla brace, che accompagna volentieri a un bicchiere di vino rosso.

Naturalmente anche la dedizione allo sport conta, e non poco.

Durante la settimana, come ha raccontato la Gazzetta dello Sport, il portoghese infatti trascorre in palestra cinque giorni su sette, alternando sollevamento pesi ad addominali (che non sono in ogni caso i fantascientifici 3000 al giorno, narrati da alcune leggende urbane).

Gli effetti sono evidenti: una coscia di Ronaldo misura 68 centimetri di diametro, enormemente sopra alla media. I risultati di questi sforzi sono stati sottolineati anche dai test a cui il Pallone d’Oro è stato sottoposto al Real Madrid: massa grassa del 7% contro il 10 di media e massa muscolare del 50%, 4% in più della media degli altri.

Inoltre, un altro segreto di Ronaldo è la crioterapia: sedute in cui ci si protegge orecchie, piedi, mani e bocca prima di essere immersi in una vasca a -160 gradi per recuperare in tempi brevissimi da infortuni e tonificare ossa e muscoli. A queste sedute il portoghese non rinuncia neanche a casa o in vacanza: il Pallone d’Oro ha staccato un assegno da 45 mila euro per farsi installare una struttura mobile trasportabile anche all’esterno.

foto@instagram

About the author

Angela Sorrentino

Angela Sorrentino

Lettrice, appassionata di cinema di gossip, ama molto scrivere, si occupa anche di economia ed altro, a tempo perso il suo hobby preferito è lo shopping, ma senza esagerare.